Atalanta, Percassi: “Il Real sarà la nostra università. Gasperini? Lo terrei a vita”

“Volevamo battere il Napoli per presentarci al meglio alla gara di mercoledì”.

Lo ha detto Antonio Percassi. Il presidente dell’Atalanta, intervistato ai microfoni di SkySport, ha analizzato la prestazione offerta dagli uomini di Gian Piero Gasperini contro il Napoli di Gennaro Gattuso. “È stata una partita strana, soprattutto nella gestione da parte dell’arbitro. Gasperini si è arrabbiato per questo e questa volta ha pienamente ragione. Ora che abbiamo superato quota 40 punti possiamo divertirvi? Speriamo siano sufficienti per la permanenza nella categoria, il nostro primo obiettivo. Tutto quello che verrà in più sarà tutto guadagnato”, sono state le sue parole.

DA MURIEL A GASPERINI – “Perché Muriel gioca nell’Atalanta e non nel Real Madrid? E’ un giocatore straordinario, è una goduria vedere come tocca la palla e i movimenti che fa. Gasperini a vita? Assolutamente sì, è un allenatore fantastico”.

REAL MADRID – “Incontriamo una squadra che ha vinto 13 Champions League, la conseguenza sarà che noi cresceremo in esperienza. Sarà come andare all’università, c’è sempre da imparare e questo fa crescere il gruppo. Speriamo di fare bella figura. Il Real Madrid che ricordi evoca in me? Uno squadrone, grande calcio, grandissimi giocatori e grandissima società. Dobbiamo affrontarli con umiltà, ricordandoci che siamo una squadra di provincia che ne affronta un’altra che ha fatto la storia del calcio, come accaduto con il Manchester City, il Liverpool e l’Ajax. È una roba inimmaginabile, peccato non si sia potuto condividere tutto con i nostri tifosi”, ha concluso.

Mercoledì sera, al Gewiss Stadium, la Dea affronterà il Real Madrid di Zinedine Zidane, gara valida per l’andata degli ottavi di finale di Champions League.

<!–

–> <!–

–>

Precedente Mertens e consorte sempre più napoletani: "Amo il mare d'inverno!" Successivo Leonardo Semplici nuovo allenatore Cagliari: è ufficiale/ Esonerato Di Francesco

Lascia un commento