Ahi Juve, si ferma anche McKennie: spalla lussata, circa un mese out

Il centrocampista texano non è sceso in campo contro il Real Madrid. Fra infortuni e squalifiche, sei gli assenti nella prima di campionato col Sassuolo

Altra tegola per la Juve. Dopo Pogba, ieri soi è fermato anche Wes McKennie. Il texano, che nei piani di Allegri avrebbe dovuto esordire nella notte fra ieri e oggi contro il Real Madrid, non è invece sceso in campo a causa di una lussazione della spalla sinistra rimediato nell’ultimo allenamento prima della terza ed ultima amichevole statunitense. La lussazione è stata ridotta, ma ora il centrocampista texano dovrà star fermo per almeno un mese. Altri approfondimenti saranno fatti a Torino: oggi per la Juve è la giornata del rientro.

Forfait

—  

Fra gli illustri forfait contro il Real, da segnalare anche quello di Szczesny, ai box per un affaticamento muscolare, con Perin che non lo ha fatto rimpiangere. Anche se l’assenza più pesante resta quella di Paul Pogba, che domani colerà in Francia per il decisivo consulto medico. In base alla nuova visita verranno decise le modalità dell’intervento al ginocchio destro cui il francese sembra destinato per risolvere il problema al menisco laterale accusato durante l’allenamento di sabato scorso.

Sei gli assenti col Sassuolo

—  

Si allunga così la lista degli assenti per la prima di campionato, in programma a Ferragosto alle 20.45. Agli squalificato Kean e Rabiot si aggiungono gli infortunati di lungo corso Chiesa (che potrebbe rientrare a metà settembre) e Kajo Jorge (atteso per metà ottobre), nonché Pogba e McKennie che si sono fatti male nella tournée americana.

Precedente Diretta/ Fiorentina Galatasaray (risultato finale 1-2): Sottil accorcia ma non basta Successivo Roma, da brasiliani semi-sconosciuti a certezze: da Mancini fino a Ibanez

Lascia un commento