Zaniolo va via a gennaio? Le offerte e la posizione della Roma

ROMA – Tutti di nuovo al lavoro a Trigoria. Dopo la vittoria contro la Fiorentina e i due giorni di riposo concessi da Mourinho, la Roma ieri mattina è tornata ad allenarsi al Fulvio Bernardini per cominciare a preparare la trasferta a La Spezia. Quella che Nicolò Zaniolo non vuole saltare, lui cresciuto nella città ligure e pronto a tornare a disposizione di Mourinho dopo lo stop contro la viola. Ieri l’attaccante giallorosso è tornato ad allenarsi con il gruppo dopo non essere stato convocato domenica scorsa per un’influenza grastrointestinale: «Ci ha detto che aveva la febbre, sarà visitato», aveva dichiarato Pinto prima della sfida contro la Fiorentina. Zaniolo, che probabilmente sarebbe finito in panchina contro la viola, adesso cercherà di convincere Mourinho ad affidargli una maglia da titolare in una partita che anche la scorsa stagione ha visto inizialmente dalla panchina, salvo poi subentrare e deciderla procurandosi il rigore realizzato al 99’ da Abraham.  

Serie A, dal vivaio alla prima squadra: Roma in testa, tutte le sorprese in classifica

Guarda la gallery

Serie A, dal vivaio alla prima squadra: Roma in testa, tutte le sorprese in classifica

Occasione

Zaniolo probabilmente avrà una chance di giocare contro lo Spezia visti i problemi fisici di Pellegrini che ieri si è allenato individualmente e che dovrà essere valutato giorno per giorno. Con l’assenza (o la panchina) del capitano giallorosso, Nicolò avrà l’occasione di giocare dal primo minuto, con l’obiettivo di sfruttare la maglia da titolare per trovare maggiore sintonia con Abraham e Dybala, i due che hanno demolito la Fiorentina tra assist e gol. 

Villar e l’attacco a Mourinho: “Stavo alla grande nella Roma fino a che…”

Sirene di mercato

Una occasione da sfruttare anche per dare un segnale alla Roma che ha messo in stand by il rinnovo e potrebbe anche valutare di ascoltare offerte già in questa finestra di mercato invernale. Ci sono infatti diversi club esteri, dal Tottenham al West Ham fino al Borussia Dortmund, interessati al ventitreenne della Roma. Il club come ha sempre dichiarato non reputa alcun giocatore incedibile, quindi potrebbe anche ascoltare offerte in questa sessione di mercato – purché arrivino in tempi rapidi e non a ridosso della chiusura – superiori ai 35-40 milioni di euro. Zaniolo vorrebbe rimanere in Italia, già dalla prossima partita lavorerà per rendersi protagonista in questo 2023.

Pericolo diffidati

Mourinho spera che il numero 22 abbia smaltito il suo nervosismo per non incappare in un’ammonizione visto che è diffidato. Come lo sono altri quattro elemento della formazione titolare della Roma, e che quindi a rischio squalifica per la delicata gara contro il Napoli. E sarebbero assenze pesantissime. Due terzi di difesa diffidata, così come due quarti del centrocampo. Dietro Mancini e Smalling, in mezzo a campo Celik e Cristante. Mourinho deciderà quindi di fare a meno di alcuni di questi giocatori contro lo Spezia? Difficile, perché «la partita che viene è sempre la più importante, non faccio calcoli», ha sempre detto rispondendo al discorso diffidati. Il tecnico molto probabilmente deciderà di partire con la formazione titolare, per poi sostituire questi giocatori nel corso della partita per preservarli in vista del Napoli. Niente calcoli, Mou vuole vincere a La Spezia e solo dopo concentrarsi su Spalletti


Precedente Pepito Rossi-Spal, ci risiamo: test nei prossimi giorni Successivo Milan-Inter, la moviola: Maresca, brividi nei primi 2’. Che rischi in area

Lascia un commento