Zaniolo, tanto lavoro per tornare al top. E si toglie di nuovo dai social

ROMA – Qualche tifoso lo ha criticato, la maggioranza invece lo ha difeso. Nicolò Zaniolo non è ancora al top e sta lavorando in allenamento e in partita per recuperare la migliore condizione. Comprensibile dopo un anno e mezzo di stop per i due infortuni al crociato che hanno fermato il suo processo di crescita. Il talento della Roma però è tornato a disposizione lo scorso luglio e da quel momento non si è mai fermato, lavorando a Trigoria e nella sua nuova villa a Casal Palocco per ritrovarsi e poter essere l’arma in più di Mourinho. Lo Special One è molto soddisfatto del suo lavoro, vede i progressi in allenamento e lo ha schierato titolare in cinque partite stagionali su sette. L’ultima ieri, nella sconfitta contro il Verona, dove Zaniolo – così come tutta la squadra – non ha brillato. 

Critiche e incoraggiamenti dai tifosi

Sono arrivate un po’ di critiche da una parte dei tifosi, colpevole di non aver aiutato nella fase difensiva e non essere stato incisivo in attacco, coperte però dall’affetto della maggioranza dei romanisti che vogliono togliere pressioni al ragazzo per farlo recuperare con serenità. E lui è totalmente concentrato sul campo e sul suo lavoro: si allena a Trigoria tra campo e palestra, poi anche a casa per sviluppare il fisico e migliorare nel ritmo. Insomma, è un Zaniolo no stop e che vuole tornare finalmente a brillare dopo un anno e mezzo da incubo.

Pausa dai social

Anche per questo ha deciso di prendersi un’ulteriore pausa dai social, togliendosi da Instagram per dedicarsi totalmente al calcio giocato. Già da diversi mesi il suo uso dei social era legato solamente alle sue vicende sportive e non più sulla vita privata, e anche per questo Mourinho lo aveva elogiato pubblicamente: È un ragazzo con più maturità, c’è ancora spazio poi per una sua evoluzione – aveva dichiarato una settimana fa -. Sarei molto scarso se non avessi nulla da dare a un ragazzo di 22 anni. Mi sembra un calciatore super professionale e che sta imparando bene. Qualche informazione che avevo avuto su di lui prima di arrivare raccontava di un ragazzo con poca maturità, ma invece posso dire solo il contrario”. Adesso un’altra pausa social per evitare ogni distrazione in un momento così importante della sua carriera: Nicolò dopo aver ritrovato la convocazione in Nazionale vuole tornare a essere decisivo con la maglia della Roma. In Conference è tornato alla rete, adesso la cercherà in campionato: giovedì avrà di fronte l’Udinese, domenica invece la Lazio. Una rete nel derby sarebbe il miglior modo per respingere le critiche e ritrovarsi definitivamente. 

La magia di Pellegrini non basta alla Roma: Mourinho ko 3-2 a Verona

Guarda la gallery

La magia di Pellegrini non basta alla Roma: Mourinho ko 3-2 a Verona

MisterCalcioCup “Torneo a Gironi”, crea la tua squadra ora

Precedente Eruzione del vulcano alle Canarie: il messaggio di Pedro Successivo Morte Bergamini, la fidanzata è stata rinviata a giudizio

Lascia un commento