Zaniolo-Roma, è rottura totale: si rifiuta di partire per La Spezia e vuole la cessione

La volontà del giocatore alla base della non convocazione per la trasferta ligure: Thiago Pinto e Mourinho (che non parlerà in conferenza) colti di sorpresa

Tra Nicoló Zaniolo e la Roma è rottura totale. Dopo aver saltato il match con la Fiorentina per una sindrome gastrointestinale – che a qualcuno era già sembrata sospetta – il giocatore non si è reso disponibile per la trasferta di domenica a La Spezia (i giallorossi scenderanno in campo al Picco alle 18). Il numero 22 non si imbarcherà sul volo che domani porterà Pellegrini e compagni a Pisa, da dove raggiungeranno la Liguria in pullman. Alla base della decisione c’è l’evidente volontà di essere ceduto entro la fine di gennaio. La storia tra i giallorossi e il classe ‘99 dunque, rischia di chiudersi in malo modo.

PERPLESSITÀ

—  

La scelta di Zaniolo ha lasciato fortemente perplessi Tiago Pinto e José Mourinho (domani il tecnico non interverrà in conferenza stampa), colti di sorpresa dalla volontà del calciatore. Sul tavolo del general manager infatti non è arrivata alcuna offerta considerata accettabile e, se le cose non dovessero cambiare nei prossimi giorni, il giocatore rimarrebbe nella Capitale fino a giugno. Ecco perché la decisione di “ammutinarsi” appare quantomeno avventata.

Precedente Inchiesta plusvalenze, ecco i dirigenti Juve che rischiano l'inibizione Successivo Fiorentina-Torino, Italiano senza Castrovilli. “Mercato? Non vediamo l'ora si chiuda”

Lascia un commento