Zaccardo al Bayern: “Costa tanto, ma prenderei Chiesa. E anche Locatelli….”

Intervistato da Sport1, l’ex difensore del Wollfsburg, Parma e Milan che in Germania ha vinto il Mondiale, consiglia al club bavarese di puntare sull’azzurro: “Non molla mai ed è maturato molto…”

Vorrei, ma non posso. Al Bayern Monaco sono rimasti incantati da Federico Chiesa. Lo ha ammesso nei giorni scorsi il tecnico dei bavaresi Julian Nagelsmann (“Chiesa è molto bravo e mi piace, ma è anche molto costoso. Si tratta di un giocatore molto veloce, ha un ottimo tiro. Purtroppo però ha anche un prezzo molto alto”), non smentiscono i dirigenti. Uli Hoeness, ex presidente e membro del consiglio di amministrazione del Bayern, si è detto sorpreso di quanto altri club, su tutti il Psg, stiano investendo sul mercato. “Pensavo che quest’anno non ci sarebbero state grosse operazioni – ha spiegato Hoeness -, ma se vedo quel che spende il Psg mi spavento e mi metto paura. Ora il Chelsea vuole spendere 175 milioni per Haaland…”. Operazioni alle quali il Bayern vorrebbe rispondere con un colpo grosso, con uno come Chiesa. Ma con i circa 70 milioni che i bavaresi hanno speso per Nagelsmann (25) e Upamecano (42,5), di soldi a disposizione non ce ne sono più tanti. Eppure Cristian Zaccardo, che in Germania ha vinto il Mondiale con l’Italia nel 2006 e la Bundesliga con il Wolfsburg nel 2009, consiglia al Bayern di fare di tutto per prendere Chiesa.

L’OPINIONE

—  

Intervistato da Sport1, Zaccardo si è detto convinto che Chiesa farebbe bene anche al Bayern: “Federico nell’ultimo anno ha dimostrato, sia alla Juve sia in Nazionale, di esser maturato e di esser pronto a giocare in una grande squadra. Consiglierei al Bayern di prenderlo. Chiesa non molla mai, è veloce, punta gli avversari, calcia spesso in porta. Ha molta personalità. I soldi che la Juve ha speso per lui sono più che giustificati, e nell’ultima stagione, fra i bianconeri, è stato uno dei migliori, quindi andrebbe bene anche per il Bayern. Però costa tanto…”. Troppo forse, come Locatelli, altro pupillo di Zaccardo: “Anche Locatelli è maturato molto, e ora costa tanto, forse anche troppo se chiedono 40 milioni per lui in un momento come questo. Lo si doveva acquistare già 1-2 anni fa”.

LA SITUAZIONE

—  

In casa Bayern però non si nascondono e ammettono apertamente di essere preoccupati nel vedere come si stanno muovendo altri club: “Non è un mercato facile, specie considerando quanto investono altri club – ha spiegato il direttore sportivo Salihamidzic in conferenza stampa -. Dobbiamo cercare di essere intriganti per i giocatori sfruttando altre qualità. Contro certe superpotenze economiche non c’è molto da fare”. Chiesa, insomma, al Bayern piace. Da qui a riuscire a prenderlo però ce ne passa…

Precedente AS: "L'idea di Rubiales per una nuova Liga: ecco la proposta a Tebas" Successivo Milan, assalto a Vlasic. Muro Cska, sarà braccio di ferro?

Lascia un commento