Zaccagni pronto al grande salto: “Sarri mi farà crescere”

L’ex veronese spera di debuttare domani col Milan ma nel mirino ha già il derby: “Vedendolo in tv si percepisce l’incredibile calore della ente. Sono carico per questa sfida”

La possibile svolta della carriera, il salto di qualità atteso da una vita. Per Mattia Zaccagni l’approdo nella Lazio è tutto questo. Ed è soprattutto l’opportunità di salire un altro gradino, forse l’ultimo che gli manca per essere davvero un giocatore di grande livello. L’ex centrocampista del Verona ne è consapevole. Una situazione che lo esalta, ma che lo responsabilizza pure. E infatti le sue prime parole ufficiali da giocatore della Lazio sono improntate alla prudenza, anche se lasciano trasparire la voglia di giocarsi fino in fondo questa chance.

“Per me questa è un’occasione importantissima – conferma Zaccagni -. Arrivo in un club che ha una storia prestigiosa e che si trova in una grande città. Darò il massimo per essere all’altezza di questa opportunità”. L’impatto è stato incoraggiante. “Ho trovato un ottimo gruppo, fatto di bravi ragazzi. Mi sono sentito pienamente a mio agio sin dal primo giorno, non ho fatto alcuna fatica ad ambientarmi”.

Sfida i migliori fantallenatori al fantacampionato Nazionale di Magic Gazzetta, la classifica generale parte il 25 settembre! In palio un montepremi da 260.000€. Attivati ora!

crescere con sarri

—  

Fondamentale nella scelta di Zaccagni di abbracciare la Lazio è stata la presenza in panchina di Maurizio Sarri. “E’ un allenatore che ha fatto crescere tanti calciatori, credo che possa migliorare anche le mie caratteristiche. Da parte mia ci metterò tutto l’impegno possibile. Credo di dover migliorare nelle conclusioni verso la porta, penso che il mister possa aiutarmi in questo. In generale sono contento di essere arrivato alla Lazio: quando i miei agenti mi hanno prospettato questa ipotesi ho detto subito sì”. Rispetto a Verona Zaccagni dovrà però fronteggiare una maggiore concorrenza interna. “Per me è solo un onore avere dei compagni di reparto così importanti. Credo che potrò imparare tanto da loro”.

esordio

—  

Spera ovviamente di esordire già domani contro il Milan. “Con il Verona ho debuttato in A a San Siro, ma contro l’Inter. Sarebbe bello iniziare anche con la Lazio nello stesso stadio sia pur con un avversario diverso”. Ma c’è anche un’altra partita a cui il centrocampista sta già pensando: “Il derby di Roma (in programma il 26 settembre, ndr.) è il più importante d’Italia. Vedendolo in tv si percepisce l’incredibile calore della ente. Sono già carico per questa sfida”.

Precedente LIVE: Mourinho: "Giocatori in Nazionale? Noi più fortunati. Grazie a tutti per i complimenti" Successivo Pioli: "Vorrei che Kessie firmasse. Rischio fischi? Abbiamo tifosi intelligenti"

Lascia un commento