Vlahovic, è il momento di fare la differenza

Formalmente è una definizione sbagliata, ma all’atto pratico quella alle porte sarà la prima, vera stagione di Dusan Vlahovic alla Juventus. Con tutte le aspettative del caso. Perché i sei mesi da gennaio a giugno sono serviti all’ex viola per prendere confidenza con l’ambiente, dopo che l’affare estivo per portarlo a Torino era stato anticipato all’inverno per ragioni di opportunità. Lampi del peso specifico che potrà avere sulle sorti bianconere si sono già visti, ma a cominciare da agosto si entrerà nel vivo: Vlahovic è stato preso per fare la differenza e, nonostante sia un ragazzo del 2000, ha dimostrato di avere le spalle abbastanza larghe per la Juve. Vuole fare la differenza a livello internazionale, in quella Champions che ha avuto modo di assaggiare soltanto contro il Villarreal, dal sapore più amaro di quanto avrebbe immaginato. Adesso si entra nel vivo e sfide come quella con il Real di domani all’alba, pur senza essere troppo indicative, rappresentano il livello al quale dovrà abituarsi.

Vlahovic, che cecchino! La punizione fa sognare i tifosi della Juve

Guarda il video

Vlahovic, che cecchino! La punizione fa sognare i tifosi della Juve

Precedente Perché Paredes non basta. Juve, è indispensabile correre ai ripari Successivo Dybala-Abraham, la decisione di Mourinho sui due re di Roma

Lascia un commento