Vitor Roque resuscita il Barcellona: 1-0 all’Osasuna

BARCELLONA (SPAGNA) – Una rete del nuovo rinforzo invernale Vitor Roque, a pochi secondi dall’ingresso in campo, permette al Barcellona di battere l’Osasuna nella gara di recupero valida per la 20ª di Liga, rimandata a metà mese a causa dell’impegno delle due squadre nella final four di Supercoppa di Spagna. Successo che permette ai catalani di ridurre il ritardo dalla capolista Girona a 8 punti e di restituire un minimo di tranquillità allo spogliatoio blaugrana, ancora scosso per la decisione di Xavi di lasciare la panchina del Més que un Club a fine stagione, annunciata nei minuti successi alla sconfitta interna col Villarreal di sabato scorso.

TUTTO SULLA LIGA

Barcellona, infermeria piena

Parlare di emergenza per il Barça, appare riduttivo. Alla già lunga lista di indisponibili, che contempla i vari Ter Stegen, Balde, Sergi Roberto, Iñigo Martinez, Marcos Alonso, GaviRaphinha, si è aggiunto, nelle ultime ore, anche Joao Cancelo. Xavi, così, fa di necessità virtù, assemblando un undici composto da una miscela di giocatori collaudati e della meglio gioventù blaugrana. Con Lewandowski, Gundogan, Frenkie de Jong e soci, così, partono dall’inizio anche il 17enne Cubarsì, nelle retrovie, e Lamine Yamal, un anno in meno, che giostra sul fronte destro dell’attacco. Jagoba Arrasate, orfano di Ruben Peña e Chimy Avila, risponde con un abbottonato 5-3-2, con Arnaiz e Budimir come terminali offensivi.

Piove sul bagnato

A confermare il momentaccio del Barça, il repentino infortunio muscolare che mette subito fuori causa Ferran Torres, forse il blaugrana più in palla negli ultimi tempi. Lacrime di frustrazione per l’ex Valencia e City, sostituito da Fermin Lopez. Segue un lungo, ma sterile assedio dei catalani, che dura l’intera prima frazione, ma che alla resa dei conti, produce solo un colpo di testa del volenteroso Lewandowski e due di Koundé, sempre sugli sviluppi di giocate a palla ferma, che mancano il bersaglio. I navarri rispondono con un’unica capocciata di Budimir, che non ha miglior fortuna.

Vitor Roque, l’uomo della Provvidenza

La ripresa si apre con Yamal, che liberato da Fermin Lopez, spreca con un tiro fiacco da ottima posizione. Al quarto d’ora, Gundogan, imbeccato dal vivace Yamal, manca il colpo di testa ravvicinato. A questo punto, Xavi si gioca la carta Vitor Roque al posto di Fermin Lopez e, alla prima palla utile, il brasiliano, arrivato in questa finestra invernale, trova il suo primo gol con la nuova casacca, grazie a un colpo di testa da bomber consumato, favorito da un meraviglioso tocco di esterno di Cancelo. Qualche minuto, e lo scatenato Vitor Roque provoca l’espulsione di Unai Garcia, che si guadagna la seconda ammonizione della serata. Il Barça continua ad attaccare, ma alla mezz’ora, rischia grosso, quando in una delle rare sortite offensiva, l’Osasuna scheggia il palo con un rasoterra del subentrato Raul Garcia. Poco dopo, Lewandowski, servito dal solito Vitor Roque, si vede annullare il possibile raddoppio per fuorigioco. Il risultato non cambia più. Barça a -8 dalla capolista Girona e, finalmente, qualche giorno di tranquillità per Xavi.

CLASSIFICA LIGA


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Alcaraz è della Juve, ufficiale: le cifre dell’operazione e il comunicato Successivo Baldanzi è arrivato a Roma, domani le visite: tutti i dettagli

Lascia un commento