Vincono Milan e Inter, in scia di Juve e Sassuolo. E il 5 dicembre c’è il derby

Le rossonere grazie a una difesa di ferro (6 clean sheet in 9 partite) sbancano Pomigliano per 2-0, centrando la quinta vittoria su cinque trasferte. Vola l’Inter: goleada al Verona, 5-0 con Bonetti protagonista. E il big match si avvicina…

In attesa del derby di domenica 5 dicembre, Milan e Inter rispondono a Juventus, Sassuolo e Roma creando un solco di cinque punti con il resto del gruppo. Le rossonere, a Pomigliano, hanno ottenuto la 50ª vittoria della loro storia in Serie A, la quinta in cinque trasferte. A valanga l’Inter di Rita Guarino sul Verona, pari emozionante tra Empoli e Sampdoria.

Pomigliano-milan 0-2

—  

Al Gobbato, il Milan ha accorciato le distanze sulle prime due della classe, Juventus e Sassuolo, che si affronteranno il giorno prima del derby di Milano. Avvio da fuochi d’artificio: palo di Giacinti, schierata titolare dopo aver deciso da subentrata la sfida contro l’Empoli, poi vantaggio di Grimshaw su azione di calcio d’angolo. Il Pomigliano, che in attacco schierava la ex rossonera Salvatori Rinaldi, ha colpito un palo su punizione con Moraca poi, al quarto d’ora, un altro calcio di punizione di Tucceri Cimini ha portato il Milan sul 2-0. Rossonere che hanno sfiorato il tris nel primo tempo con un destro fuori di poco di Thomas. Nella ripresa, il Pomigliano ha provato timidamente a rientrare in partita, scontrandosi però con la difesa di un Milan che chiude con la porta inviolata per la sesta partita su nove.

inter-verona 5-0

—  

Poca storia sotto il diluvio del Breda, dove l’Inter ha vinto la terza partita nelle ultime quattro, contro un Verona ancorato al penultimo posto della classifica con un solo punto. A sbloccare il risultato un gran destro di Sonstevold dalla lunga distanza, poi è salita in cattedra Marinelli, autrice di tre assist: il primo per il raddoppio di Bonetti (sinistro al volo con palla che ha sbattuto a terra prima di infilarsi in porta), il secondo per il 3-0 di Karchouni (altro sinistro, stavolta dritto sotto l’incrocio), il terzo per Ajara Njoya, che è rientrata sul destro e ha chiuso il primo tempo sul 4-0. Nella ripresa la doppietta personale di Bonetti: cinque gol e tre punti per Rita Guarino.

empoli-sampdoria 2-2

—  

È un punto, quello ottenuto contro la Sampdoria, che permette all’Empoli di staccare di una lunghezza il Napoli lasciandolo terzultimo da solo, anche se la vittoria per la squadra di Ulderici è sfumata nel finale. La Samp si era portata in vantaggio con un gol di testa della svedese Helmvall, perfettamente servita da Yoreli Rincon. Il pareggio per l’Empoli lo ha firmato l’ex Napoli Oliviero con uno splendido tiro da fuori. Prima dell’intervallo, grande intervento di Ciccioli sulla punizione di Rincon. A inizio ripresa il pasticcio difensivo della Samp ha regalato il 2-1 a Bragonzi, con l’Empoli che non ha concretizzato le occasioni avute per chiudere il match ed è stato raggiunto all’85’ da un calcio di rigore concesso per fallo di mano di Binazzi e trasformato da Rincon.

Precedente Italia, forfait di Sirigu: torna a Genova per un'influenza Successivo Diretta/ Spagna Svezia streaming video tv: resa dei conti (Qatar 2022)

Lascia un commento