Vietato il ramadan in nazionale: tensione tra i calciatori musulmani in Francia

Non al ramadan in Nazionale, sia che si tratti di maggiore che di giovanili. Il digiuno musulmano non è più tollerato nelle selezioni francesi, per decisione della Federcalcio, che impone ormai un rinvio della pratica religiosa ad altri momenti della stagione. Ma questa scelta sta suscitando perplessità e tensione tra i calciatori musulmani. 

Già un anno fa, alcuni giocatori dell’Under 21 avevano minacciato uno sciopero se fosse stato loro impedito di praticare il Ramadan in ritiro. Negli ultimi mesi, i dirigenti hanno stabilito che dall’Under 16 alla nazionale vice-campione del Mondo, “alcuna pratica religiosa potrà indurre a cambiamenti dell’organizzazione collettiva“. Questo significa che non saranno mutati orari di allenamenti, pasti o partite per rispettare precetti religiosi. 

Precedente Dzeko, il gesto da brividi della figlia per i bambini malati di cancro Successivo Salernitana, dietrofront su Ribery: il francese non farà parte dello staff di Colantuono

Lascia un commento