Vice Brozo, contropartita, in prestito: Inter, quale futuro per Agoume?

Reduce dalla stagione allo Spezia e dal rinnovo in nerazzurro, il francese classe 2002 potrebbe rientrare nell’affare Nandez, crescere ad Appiano o farsi le ossa altrove

Il ritiro entra nel vivo, i big iniziano a unirsi al gruppo e il mercato avanza. Tradotto: in casa Inter è tempo di valutazioni. Simone Inzaghi è al lavoro dall’8 luglio: undici giorni con la rosa ridotta all’osso non bastano per avere un quadro completo della situazione, ma il tecnico ha già potuto studiare da vicino alcuni elementi a propria disposizione. Tra questi c’è Lucien Agoume, il centrocampista classe 2002 schierato nel ruolo di regista davanti alla difesa contro il Lugano. Il futuro del francese si dovrà decidere a breve: permanenza a Milano come vice Brozovic, possibile contropartita o esperienza in prestito, per aggiungere minuti ed esperienza?

VICE BROZOVIC

—  

Contro il Lugano, Agoume ha mostrato alcuni spunti interessanti. Emblematico lo “strappo” che ha portato al gol del 2-2 di Satriano, bravo a controllare e insaccare. Ma la strada è lunga, considerando che l’Inter è abituata alla qualità e ai chilometri di Brozovic davanti alla difesa: reggere gli standard del croato, punto fermo da anni e perno dello scudetto, non è da tutti. Una delle ipotesi sul tavolo è proprio questa: Agoume confermato in nerazzurro come ricambio di Epic Brozo. Il centrocampista è reduce dalla stagione in prestito allo Spezia, con dodici presenze in campionato (di cui nove dal primo minuto). Il rinnovo fino al 2024 è un’investitura importante: considerando anche le difficoltà nel mercato in entrata, la permanenza può essere un’opzione.

LE ALTRE IPOTESI

—  

Ma l’Inter potrebbe anche valutare l’ipotesi di sacrificare Agoume per arrivare a un altro giocatore. Il nome caldo, in questo senso, è quello di Nandez del Cagliari: i nerazzurri sono al lavoro e il baby centrocampista francese potrebbe essere una pedina interessante per facilitare la trattativa. La terza via porta al prestito, ipotesi mai da scartare quando si parla di un ragazzo così giovane e che rischia di trovare poco spazio nella squadra campione d’Italia. Brozovic, d’altra parte, non è abituato a guardare i compagni dalla panchina: 42 presenze nell’ultima stagione. Per Agoume lo spazio in nerazzurro rischia di essere limitato: non il massimo, all’interno del percorso di crescita che il francese deve necessariamente intraprendere. Ecco che Lucien potrebbe andare a farsi le ossa altrove: in Francia si parla di Saint-Etienne, che garantirebbe al giocatore più minuti in campo. Il tempo delle scelte sta per arrivare, tra sguardo più rivolto al presente e possibilità di crescita del ragazzo. Il futuro di Agoume sarà presto da stabilire.

Precedente Lazio-Peruzzi, futuro incerto: il possibile scenario Successivo Kane , Mbappé, Lewa e i pezzi grossi: sono pronti a scuotere l'estate 2021

Lascia un commento