Vialli, l’uomo che sorrideva alla vita: domani su Sportweek

Sul nostro settimanale ampio spazio a Gianluca con foto mai viste. Focus sul derby in salsa araba, interviste a Oristanio e Lucci

Era un 9 moderno, tecnico e fisico, agile e potente, concreto e altruista. Ma soprattutto Gianluca Vialli è stato un uomo speciale, con una proiezione globale e dal carisma unico. Sportweek non poteva non dedicargli la copertina e un ampio servizio per ricordarne la grandezza, il talento, l’unicità, la sensibilità, l’educazione, la forza d’animo e l’ironia: 20 pagine con un corredo fotografico mai visto che potrete sfogliare sabato acquistando il nostro magazine insieme alla Gazzetta dello Sport al prezzo complessivo di 2 euro.

Derby ed Oristanio

—  

Anche se, per citare Gene Gnocchi, qualcuno lassù sta facendo uno squadrone, il pallone quaggiù continua inesorabilmente a rotolare e l’appuntamento principale della prossima settimana è senza dubbio quello di Riad, con il derby di Supercoppa Milan-Inter che ripropone il confronto mondiale fra il francese Giroud (campione del mondo 2018) e l’argentino Lautaro, iridato solo un mese fa. Un confronto fra i due bomber milanesi e la storia dei derby della Madonnina extra campionato vi accompagneranno verso la sfida in Arabia Saudita. E poi le nostre interviste. A cominciare da quella all’ultimo talento su cui ha messo gli occhi Roberto Mancini nel più recente stage a Coverciano, Gaetano Oristanio. Centrocampista, mancino tutto dribbling, azzurrino di proprietà dell’Inter ma in prestito al Volendam, in Eredivisie, si sente giustamente motivato dalle parole del c.t. (“Era indietro, ma giocando titolare in Olanda è migliorato molto”): “Se parla di me significa che sono sulla strada giusta. Sia chiaro, non ho ancora fatto nulla, quindi devo continuare così”.

L’ex commesso

—  

L’altra intervista esclusiva che troverete domani su Sportweek è quella ad Alessandro Lucci, l’ex commesso di una boutique di lusso diventato l’agente di tanti big del nostro campionato e non solo. I primi affari, i più complicati, i più fortunati, i giocatori a cui è più affezionato, le difficoltà di un mestiere che cambia insieme al calcio: ecco i ricordi di uno dei principali procuratori italiani, da Serginho “che mi ha cambiato la vita” a Mihajlovic, “la cui amicizia fraterna risale a trent’anni fa, quando frequentava il nostro negozio”. Un’intervista che è quasi un ripasso dell’ultimo quarto di secolo di Serie A. Il nostro magazine però non vi offre solo calcio. Su quello di sabato c’è il tennis con l’inizio a Melbourne della stagione degli Slam, lo sci col trittico di Coppa femminile a Cortina e la vela con la partenza della leggendaria Ocean Race, il giro del mondo in equipaggio che quest’anno arriverà per la prima volta in Italia, a Genova. E poi tutte le nostre abituali rubriche, per un numero come sempre da non perdere. A domani.

Precedente Napoli-Juve, la sfida degli opposti: i bomber azzurri contro il muro bianconero Successivo DIRETTA/ Super-G Wengen video streaming Rai: Kilde leader, sorriso Paris!

Lascia un commento