Vialli, Genova e la Liguria per lui: le iniziative per ricordarlo a un anno dalla scomparsa

Una messa a Nervi, l’appuntamento al Molo dell’Amicizia di Quinto, una strada a Rapallo. E, lunedì, la serata per Gianluca al teatro Carlo Felice di Genova, già tutto esaurito

Filippo Grimaldi

4 gennaio – 18:16 – GENOVA

Domani, 5 gennaio, ricorre il primo anniversario della scomparsa di Gianluca Vialli, avvenuta a Londra un anno fa. Sono molteplici le iniziative che tifosi ed istituzioni hanno programmato per ricordare uno dei simboli del nostro calcio, che a Genova, negli anni della Sampd’oro di Vujadin Boskov, visse uno dei suoi periodi più felici.

la messa

—  

A Genova Sabato mattina, nella chiesa di San Siro a Nervi, verrà officiata una funzione in ricordo di Vialli. Al termine della funzione, i tifosi presenti raggiungeranno il Molo dell’Amicizia a Quinto per un altro momento di raccoglimento dedicato a Gianluca.

la strada

—  

Domenica, poi, la città di Rapallo inaugurerà – prima in Italia – una strada (viale Gianluca Vialli) dedicata al campione, nei pressi dello stadio cittadino. Sarà presente il presidente blucerchiato Marco Lanna e, insieme a lui, anche alcuni compagni di quello storico gruppo di amici, prima ancora che calciatori della Samp campione d’Italia nel 1991.

appuntamento a teatro

—  

Poi lunedì sera, con inizio alle 21, il teatro genovese Carlo Felice ospiterà la serata benefica “My name is Luca. Ballata per Vialli”. Un evento unico e speciale (i posti sono esauriti da tempo) che da una parte intende celebrare la figura di Gianluca attraverso tanti rappresentanti del mondo della cultura, della musica e dello sport e, dall’altra, intende portare avanti quell’impegno solidale che ha accompagnato gli ultimi vent’anni della sua vita attraverso la Fondazione Vialli e Mauro. Annunciata la presenza, fra gli altri, di Chiellini, Buffon, Collina, Ferrara, Pessotto e, in collegamento dal Qatar, il suo gemello blucerchiato Mancini. La musica sarà presenta attraverso Dario Brunori e Lodo Guenzi.

Precedente Giunti su Traorè: "Stregato dal suo talento. Dribbling e tiri a giro, ve lo racconto" Successivo Calhanoglu, 20 giorni sottotono e un gol da ritrovare: la missione di Hakan contro il Verona