Verona, Tudor resta coi piedi per terra: “L’obiettivo è la salvezza”

VERONA – Il tecnico del Verona, Igor Tudor, ha parlato così dopo il successo sull’Empoli; Abbiamo vinto con le nostre doti: carattere, preparazione fisica e qualità dei singoli”  – ha dichiarato – E’ stata una bella partita anche se le occasioni sono state poche, me l’aspettavo così e penso che sia arrivato un successo meritato perché abbiamo spinto di più soprattutto negli ultimi metri. L’abbiamo riaperta con una disattazione, poi c’è stata la voglia di entrambe le squadre di far gol e abbiamo spinto di più nel finale. Fisicamente non siamo stati brillanti, ci è mancato qualcosa ma abbiamo lavorato tanto durante la sosta. Dove possiamo arrivare? Vediamo partita dopo partita, non mi sbilancio, i ragazzi stanno facendo bene ma non dirò nulla di eclatante. L’obiettivo è la salvezza e sabato c’è da battagliare. I cambi? Durante la gara ho sentito che non servivano. Poi ho fatto un po’ di confusione nel finale, volevo togliere i giocatori più bassi e mettere quelli più alti. Mi sono anche arrabbiato con Mazzola e Bocchetti, ma ho sbagliato io. Tameze? Sta giocando bene. E’ umile, ha voglia e capacità fisica che gli permettono di arrivare a fine partita ancorain grado di inserirsi e far gol”. 

Tameze all'ultimo respiro: Verona batte Empoli 2-1

Guarda la gallery

Tameze all’ultimo respiro: Verona batte Empoli 2-1

Precedente Successo Roma in Coppa Italia. Otto giallorosse convocate in azzurro Successivo Verona, Tudor: "Vittoria meritata con l'Empoli"

Lascia un commento