Venezia, Soncin: “Salvezza possibile. Juve? Servirà coraggio e fiducia”

VENEZIA – In casa Venezia inzia un nuovo capitolo. Dopo l’esonero di Paolo Zanetti, è stato scelto Andrea Soncin dalla Primavera. Ecco le parole del neo tecnico dei veneti: “Come si supera questo momento? Con il lavoro e con l’entusiasmo, e penso che sia io, che il gruppo siamo carichi. Ringrazio tutto il club per l’opportunità che mi sta dando, è davvero importante, seppure sia arrivata in un momento molto delicato. Le cose però nel calcio, fin quando ci sono le possibilità, possono succedere”.

Gruppo responsabile

“Ho trovato un gruppo responsabile. Quando capita qualcosa come quella che è successa a Zanetti, i giocatori devono capire che sono loro i principali responsabili e credo che questa consapevolezza ci sia. Ringrazio anche Paolo, se sono qua è anche grazie a lui: ci conoscevamo già perché abbiamo giocato insieme e in questi due anni mi ha dato tantissimo. Dai ragazzi ho visto comuque un atteggiamento propositivo. Credo questa sia la cosa migliore fra tutte”.

Juve

“La Juventus, la conosciamo tutti. Senza fiducia e coraggio però non dovremmo nemmeno entrare in campo. Solo lavorando sui nostri principi i ragazzi possono ritrovare in campo ciò che fanno in settimana in allenamento. Se ti fermi a pensare alla Juventus hanno talmente tanti punti di forza che è difficile arginarli tutti. Sicuramente quando mi hanno chiamato sono stato sorpreso, anche per le tempistiche”.

Ritrovare fiducia ed entusiasmo

“Bisogna ritrovare fiducia ed entusiasmo perché la possibilità di arrivare al traguardo ci sono ancora. Ci dobbiamo prendere le nostre responsabilità e le contestazioni dei tifosi sono legittime”.

Modolo

“La perdita di Marco è importante perché è un punto di riferimento per il gruppo sia dentro che fuori dal campo. Penso però che per l’eventuale difesa a tre ci siano caratteristiche per sopperire alla sua assenza”.

Ebuehi

Ebuehi non è ancora rientrato in gruppo, sono tutti disponibili a parte i lungodegenti. Vacca è recuperato e per noi è un giocatore importante”.

Precedente Juve, manovra palla a terra in vista del Venezia Successivo Il capolavoro di Pioli: Milan in vetta senza bomber. Come solo i più grandi

Lascia un commento