Venezia, Mazzocchi: “La vittoria sulla Roma ci ha dato morale”

VENEZIA – Il Venezia è pronto a rituffarsi nella lotta salvezza dopo la pausa per gli impegni delle Nazionali. In conferenza stampa il centrocampista classe ’95 Pasquale Mazzocchi, uno degli esordienti in Serie A a vestire la maglia arancioneroverde, ha ripercorso le emozioni vissute nell’ultima partita di campionato, che ha visto la squadra di Zanetti battere la Roma di José Mourinho: “Partite come quella con la Roma danno morale – assicura il mediano arancioneroverde in conferenza stampa – contribuiscono a credere nei propri mezzi, ma la cosa di cui dobbiamo fare tesoro è la cattiveria agonistica e l’approccio al match che abbiamo avuto in questa occasione. Giocando con le grandi squadre si tende ad essere più concentrati e noi dobbiamo riuscire a giocare tutte le partite con quella mentalità. Il mister in questa pausa si sta concentrando sull’allenare la nostra mente a non mollare, a non perdere la concentrazione così da evitare quegli errori che abbiamo commesso in passato. L’obiettivo è quello di riuscire a giocare sempre come abbiamo saputo fare in quelle che sono state le nostre gare migliori“.

Abraham e Shomurodov non bastano: crisi Roma, vince il Venezia

Guarda la gallery

Abraham e Shomurodov non bastano: crisi Roma, vince il Venezia

“Volevo la Serie A con tutto me stesso”

La sfida coi giallorossi sarà uno dei ricordi indelebili di questo primo anno nel massimo campionato per Mazzocchi, che non nasconde la sua emozione per essere arrivato in Serie A: “Sto vivendo un sogno – assciura – volevo fare questa Serie A con il Venezia con tutto me stesso – assicura in conferenza stampa – io ed i miei compagni abbiamo lavorato duramente per conquistare questa promozione. La differenza di questo campionato rispetto alla Serie B è che bisogna rimanere costantemente vigili. La concentrazione durante le partite deve essere massima, sempre, perché ogni distrazione può portare ad un gol per gli avversari; ciò comporta un dispendio di energie mentali e, conseguentemente, fisiche“. Problemi che il pubblico aiuta a superare: “I tifosi per noi sono importantissimi – ammette Mazzocchila società ha creato questi mini abbonamenti invernali proprio per permettere loro di esserci vicino, e mi auguro di vedere sempre il Penzo pieno e carico così che ci possano dare il loro supporto“.

Precedente Salernitana, la cessione slitta: "Offerte non valide" Successivo Benevento, Barba avverte: "I prossimi 40 giorni saranno fondamentali per il prosieguo della stagione"

Lascia un commento