Venezia, Collauto: “Bella vittoria con la Roma, ma ora arriva il difficile”

VENEZIA – “Domenica, passeggiando a centrocampo dopo la partita, pensavo a quanto questa squadra di giovani ci rappresenti bene: sono sempre stati propositivi durante questi primi mesi di adattamento alla categoria, giocando a viso aperto contro tutti e venendo premiati con una vittoria bellissima contro la Roma“. Parola di Mattia Collauto, direttore sportivo del Venezia, ai canali ufficiali del club lagunare. “Le difficoltà vere però le vedremo più avanti nel corso del campionato ed il modo in cui le affronteremo, ci dirà quanto saremo adatti alla Serie A. Quello contro la Roma è stato un risultato voluto, nella quale ci siamo ripresi i punti che abbiamo perso per strada contro Spezia e Salernitana. Rendiamoci conto però che per raggiungere la salvezza, dovremo tentare di rivincere altre partite di questo tipo. In questa Serie A vedo squadre organizzate ed evolute su un piano tecnico-tattico, ognuna con una propria identità ben marcata: non è un caso se nel corso di questa prima parte di campionato abbiamo assististo a partite mai scontate fino all’ultimo minuto. Però i valori reali di ogni rosa li vedremo solo tra qualche mese, quindi noi dobbiamo pensare sempre e solo a noi stessi”.

La Roma perde a Venezia: i tifosi non perdonano

Guarda la gallery

La Roma perde a Venezia: i tifosi non perdonano

“Zanetti sta valorizzando al meglio il materiale tecnico e umano a disposizione”

Su mister Zanetti: “Zanetti oltre che ad essere un allenatore capace, è anche una persona speciale che riesce a tirare fuori il meglio da ognuno dei suoi giocatori. Sta valorizzando al meglio Il materiale tecnico e umano a sua disposizione, adattandolo a diversi moduli rendendo la squadra camaleontica a seconda delle evenienze, non dimenticandoci inoltre di quei giocatori che non hanno ancora dimostrato il loro potenziale” ha concluso Collauto.

Precedente Hamraoui-Diallo, il caso che scuote il Psg: spuntano nuovi dettagli Successivo Lazio, nasce il ‘biglietto sospeso’: ecco l’iniziativa di un’associazione

Lascia un commento