Uno Spinazzola privato e inedito, le confessioni di Zenga, le Paralimpiadi: non perdete SportWeek

Sul settimanale un’intervista al terzino della Nazionale azzurra e a sua moglie: dalla sfera privata al campo, raccontano tutto. Poi l’Uomo Ragno a cuore aperto, gli Europei di ciclismo e tanto altro

È Leonardo Spinazzola l’uomo copertina di Sportweek, in edicola domani sabato 4 settembre con la Gazzetta dello Sport al prezzo complessivo di 2 euro. Lo sfortunato (ma non per questo meno felice) campione d’Europa sta per lasciare le stampelle dopo l’operazione al tendine d’Achille di due mesi fa e con ottimismo progetta di tornare il campo entro la fine dell’anno. Nel frattempo siamo andati a trovare il terzino della Roma e la sua bella famiglia a casa loro per un’intervista a lui e alla moglie che sicuramente apprezzerete per la spontaneità con cui hanno risposto alle domande, anche le più private, come quelle sull’inizio del loro amore e la gelosia reciproca. Leo racconta il dolore dell’infortunio e le lacrime, che ha cancellato con un paio di birre. Lei la paura che ha provato vedendolo in tv, col piccolo Mattia che le chiedeva “perché papà piange?”. E poi il trionfo di Wembley, l’impatto di Mourinho, il rapporto con i social, la pandemia. Con una promessa: “A novembre mi alleno e a dicembre gioco”.

A proposito di confessioni, su Sportweek ne troverete altre, quelle di Walter Zenga che commenta per noi il libro autobiografico in uscita a settembre: dal difficile rapporto col padre, “la più grande ferita della mia vita”, a quello non meno complicato con i figli, i tradimenti compiuti e subiti, i ricordi del bullo di viale Ungheria e la passione per il calcio che da sempre lo aiuta a resettare tutto, fino al sogno di allenare un giorno la sua amatissima Inter.

Voltando pagina e sport, il due volte vincitore del Giro Gilberto Simoni spiega i segreti del percorso degli Europei di ciclismo, che si corrono sulle strade del suo Trentino dall’8 al 12 settembre. E Lorenzo Patta, primo frazionista della magica 4×100 capace di vincere un incredibile oro olimpico, ci parla del futuro del quartetto azzurro, mentre le compagne di squadra di Bebe Vio dopo l’argento conquistato alla Paralimpiade di Tokyo ci svelano il volto meno noto della fiorettista che ha conquistato il secondo oro nella prova individuale.

E non è finita qui: baseball, tennis e molto altro troverete domani su Sportweek, compreso un ritratto di Freddie Mercury che il 5 settembre avrebbe compiuto 75 anni.

Precedente Pagliuca: "Quest'Inter ha ancora fame. Inzaghi può ripetere la magia del 1998" Successivo Crespo: "Diavolo sei pronto. Ad Anfield fammi felice. E credi allo scudetto"

Lascia un commento