United, Rangnick ammette: “Non credo che andremo in Champions”

MANCHESTER (Inghilterra) – Sta per giungere al termine una stagione difficile per il Manchester United che è ormai vicino all’addio matematico alla prossima Champions League. Dopo l’ultimo ko con l’Arsenal, il quarto posto in Premier è ormai un miraggio ed è il tecnico Ralf Rangnick stesso ad ammetterlo: “Dobbiamo essere realistici. Non credo che abbia senso speculare ancora sulla Champions. Anche se vinciamo tutte e quattro le partite che restano, il quarto posto non dipende da noi. Ma è nelle nostre mani invece il modo in cui giochiamo. Anche per la prossima stagione è importante finire questa nel miglior modo possibile”. Ha parlato così il tecnico dei Red Devils alla vigilia del match di Premier League col Chelsea all’Old Trafford. Al momento lo United è sesto in classifica a -6 dal quarto posto ma il rischio più grande è quello di restare fuori anche dalla Europa League.

Rangnick dopo il ko con l'Arsenal: "VAR? Noi sfortunati, decisioni più che discutibili..."

Guarda il video

Rangnick dopo il ko con l’Arsenal: “VAR? Noi sfortunati, decisioni più che discutibili…”

Rangnick ammette: “Non credo che andremo in Champions”

Il tedesco, che rimarrà a Manchester come consulente dopo l’arrivo in panchina dell’attuale tecnico dell’Ajax, Erik ten Hag, ha detto che lo United resta una destinazione attraente per i giocatori: “Con un nuovo approccio, con un nuovo allenatore e il modo in cui vuole giocare, questo è ancora un club estremamente interessante. Non vedo l’ora di aiutare sia Erik che il club, e tutti nel club, a ottenere il meglio e cambiare l’intero approccio di nuovo la prossima stagione in modo che lo United possa tornare ad essere un top club”. Intanto, domani contro Tuchel mancheranno il capitano Maguire, Pogba, Cavani, Shaw, Fred, Sancho e probabilmente anche Wan-Bissaka, e Rangnick dovrà schierare vari elementi delle giovanili.

Precedente Diretta Novara Monza/ Streaming video tv: gara-3 è decisiva (Volley) Successivo Spezia, torna in gruppo Maggiore

Lascia un commento