United agli ottavi: Ronaldo stende il Villarreal. Bayern ok, che gol Lewandowski!

VILLARREAL – La quinta giornata di gironi della Champions League regala i primi verdetti, con il Manchester United e il Bayern Monaco (come prima) che si qualificano per la fase ad eliminazione diretta. I Red Devils, reduci dall’esonero di Solskjaer, superano 2-0 il Villarreal con Ronaldo e Sancho. La squadra di Nagelsmann invece rischia ma batte 2-1 la Dinamo Kiev. Solo un pareggio invece per Xavi, al debutto in Champions League come allenatore: il suo Barcellona viene fermato sullo 0-0 dal Benfica. 

Lo United si qualifica agli ottavi: decisivi Ronaldo e Sancho

Sfida in testa al gruppo F dell’Atalanta, con Villarreal e Manchester United entrambe a 7 punti. I Red Devils sono reduci dalla sconfitta contro il Watford in campionato che è costata l’esonero a Solskjaer: contro gli spagnoli debutta in panchina Michael Carrick. La gara inizia con un buon ritmo, con Moi Gomez che al 6′ impegna subito De Gea con un pericoloso tiro dal limite dell’area. Il Villarreal controlla il primo tempo con un maggior possesso palla ma non riesce a concretizzare questo atteggiamento, venendo nuovamente fermata da De Gea che al 28′ salva su Manu Trigueros. I primi 45′ si chiudono così sullo 0-0. Al rientro in campo la situazione non cambia, con la squadra di Emery che gestisce al gioco. Lo United viene tenuto a galla da De Gea che al 58′ compie un miracolo ancora su Manu Trigueros, autore di un potente tiro angolato. La prima vera occasione per i Red Devils arriva al 71′ con il rasoterra di Sancho prontamente bloccato però da Rulli. Partita che resta comunque in mano al Villarreal fino però al 78′ con un errore gravissimo del portiere: passaggio un difensore pressato da Fred che recupera palla e serve a sua volta Cristiano Ronaldo per un pallonetto che sorprende il portiere rimasto ancora fuori dai pali. CR7 firma così l’1-0 che cambia completamente la partita: poco dopo infatti ancora il portoghese sfiora il raddoppio di testa, approfittando nuovamente di un errore della difesa spagnola. Dopo un forte pressing, lo United trova il secondo gol che chiude la partita con il potente tiro di Sancho che sbatte sulla traversa ed entra in porta. La partita si chiude così, con i Red Devils che volano in testa con 10 punti e ipotecano la qualificazione. 

Villarreal-Manchester United, tabellino e statistiche

Bayern, vittoria e primo posto. Che gol Lewandowski!

Nel gruppo E si sfidano la prima e l’ultima in classifica, rispettivamente il Bayern Monaco e la Dinamo Kiev. I favori del pronostico sono tutti per la squadra di Nagelsmann, che ci mette solo 14 minuti per sbloccare la partita. Lancio in area, Lewandowski si coordina e trova uno splendido gol in rovesciata per l’1-0. Dominio totale del Bayern in campo, che effettua possesso palla e passaggi rapidi per trovare il raddoppio. Nonostante lo svantaggio invece i padroni di casa si chiudono in difesa subendo l’offensiva dei bavaresi. Il Bayern trova il secondo gol al 42′ con il lancio rasoterra di Tolisso per Coman che batte il portiere avversario, chiudendo il primo tempo. Al rientro in campo però la squadra di Lucescu trova una grande reazione, sfiorando la rete al 48′ con Shaparenko che viene fermato dall’intervento strepitoso di Neuer. La Dinamo Kiev però continua a spingere e riesce ad accorciare le distanze al 70′ con Garmash che riceve un’ottima palla lunga e riesce a superare il portiere del Bayern a tu per tu. Ancora la squadra di Lucescu a rendersi pericolosa al 79′, con il tiro di Tsygankov che esce di un soffio. Ultimi minuti da brivido per il Bayern, con Tsygankov che stavolta colpisce il palo al 92′. La partita si chiude però con la vittoria dei bavaresi che ipotecano il primo posto, con ben 9 punti di vantaggio sul Barcellona secondo. 

Dinamo Kiev-Bayern Monaco, tabellino e statistiche

Dinamo Kiev-Bayern Monaco, il campo è una distesa di neve

Guarda la gallery

Dinamo Kiev-Bayern Monaco, il campo è una distesa di neve

Barcellona sfortunato: Xavi fermato dal Benfica

Seconda partita per Xavi sulla panchina del Barcellona e, soprattutto, debutto come allenatore in Champions. I Blaugrana sfidano il Benfica in una sfida importantissima in chiave qualificazione: il Barca è secondo ma ha solo due punti di vantaggio sui portoghesi. Al Camp Nou il Barcellona parte bene, sfiorando il gol in avvio con Demir e Jordi Alba. La gara tra le due squadre è equilibrata ma sono sempre i blaugrana a trovare le migliori occasioni, chiudendo il primo tempo con la clamorosa traversa di Demir. Nella ripresa l’atteggiamento è lo stesso, con i padroni di casa che sfiorano il vantaggio con il colpo di testa di De Jong. L’occasione migliore arriva all’84’, con Araujo che riceve un pallone e veloce e batte il portiere del Benfica. Il guardalinee però ferma tutto per fuorigioco e il var conferma: il difensore blaugrana è in posizione irregolare di pochissimo. Finale incredibile con il forcing totale del Barcellona e l’occasione lampo di Seferovic che arriva da solo davanti a Ter Stegen ma il suo tiro viene deviato. Finisce 0-0 con il discorso qualificazione rimandato all’ultima giornata.

Barcellona-Benfica, tabellino e statistiche

Gruppo G ancora aperto: tutte le squadre in corsa per la qualificazione

Nel gruppo G il Lille conquista la testa della classifica battendo il Salisburgo con la rete nel primo tempo di Jonathan David. Joan Jordan e Rafa Mir invece trascinano il Siviglia contro il Wolfsburg: si riapre completamente il girone G, con tutte e 4 le squadre che possono puntare ancora alla qualificazione agli ottavi. Nel gruppo H della Juve invece lo Zenit rimonta nel finale il Malmoe: finisce 1-1 con l’autogol di Dzuyba e la rete allo scadere di Rakitskiy

Siviglia-Wolfsburg, tabellino e statistiche

Lille-Salisburgo, tabellino e statistiche

Malmoe-Zenit, tabellino e statistiche

Precedente Youth League, l'Empoli nel fa 5 alla Stella Rossa: azzurri qualificati Successivo Juve, Szczesny: "Partita tragica. Netta differenza tra le due squadre"

Lascia un commento