Under 21, sorpresa Lovato: per l’Uefa è squalificato

L’azzurrino, espulso a giugno, non sarà disponibile per la sfida di oggi con il Lussemburgo per una inattesa interpretazione del regolamento da parte della Federazione europea

Assenza dell’ultimo momento, e un po’ a sorpresa – carte alla mano – nell’Under 21 che alle 17.30 affronta il Lussemburgo nella prima partita di qualificazione all’Europeo 2023. Non sarà infatti disponibile Matteo Lovato: per squalifica che non era “preventivata”. Il difensore dell’Atalanta era stato espulso per doppia ammonizione nei quarti di finale dell’Europeo di giugno contro il Portogallo. Una giornata di squalifica automatica, ma i dirigenti azzurri avevano avuto l’assicurazione dalla Uefa che le doppie ammonizioni sarebbero state “sanate” nel nuovo biennio, e che avrebbero portato allo stop soltanto i rossi per condotta violenta.

Ma, al momento dell’inserimento di Lovato nelle liste ufficiali telematiche, ecco la sorpresa. Impossibile inserirlo. Giro di telefonate con gli uffici Uefa che hanno sentenziato: il giocatore è squalificato. Ma come, la doppia ammonizione non si sanava? A quanto pare, il secondo giallo con il Portogallo, per un braccio troppo alto su Dany Mota, è stato considerato gioco violento – pur avendo portato solo un’ammonizione – e dunque Lovato si è “portato dietro” la squalifica anche nel nuovo biennio. Non sarà dunque disponibile contro il Lussemburgo, in una difesa che secondo le ultime indicazione sarà a quattro. Nicolato, dopo aver provato varie soluzioni nei pochi giorni di ritiro, sembra intenzionato a schierare il 4-3-1-2.

Precedente Italia, lampi di qualità e comodo tris con il Lussemburgo Successivo Under 21, altri due stop: out Pellegrini e Frattesi

Lascia un commento