Una poltrona per due: dietro ogni titolare una valida alternativa. Cresce la nuova Juve

Se c’è un obiettivo che Allegri e i suoi collaboratori hanno già centrato quasi totalmente, partendo da uno scenario ben lontano da quello attuale, è il livello di omogeneità della rosa. L’estate scorsa ci si presentava di fronte a una rosa da sperimentare, con qualche esubero e soprattutto tante incognite: ora il tecnico non solo ha chiarito le gerarchie ma ha messo tutti nelle condizioni di trovare una collocazione nel progetto stagionale. Ci sono almeno due Juve che hanno preso forma nelle rotazioni, in quel gioco delle coppie che Allegri ha spesso fatto in passato. Vediamo meglio gli accoppiamenti.

Precedente Il primo gol con la Juventus di Kenan Yildiz contro il Frosinone Successivo Caso Rubiales, Hermoso in tribunale a Madrid: "Grazie per il sostegno"