Una doppietta di Joselu regala la vetta al Real Madrid

MADRID (SPAGNA) – Strameritato successo per il Real Madrid, che fa suo il piccolo derby del Coliseum di Getafe e scavalca, così, il Girona, in vetta a una classifica di Liga libera, finalmente, da tutti gli asterischi. La gara di recupero valida per la 20ª giornata del campionato spagnolo, che era stata rinviata a causa dell’impegno dei blancos nella Supercoppa nazionale, poi, stravinta, è stata decisa da una rete per tempo dell’ottimo Joselu. Successo che permette ai ragazzi di Carlo Ancelotti di arrivare col morale a mille a un fondamentale passaggio della stagione che, ora, prevede il derby con l’Atletico di domenica prossima, a cui seguirà lo scontro d’alta classifica proprio col Girona. Poi, sarà già tempo di Champions, con l’andata degli ottavi col Lipsia, fissato per il 13 febbraio.

TUTTO SULLA LIGA

Torna Bellingham

Moderato turn over per Ancelotti, che decide di far rifiatare i vari Carvajal, Kroos e Rodrygo, che si accomodano in panchina, per dare spazio a Lucas Vazquez, Modric e Joselu. Riappare, poi, l’indispensabile Bellingham, dopo aver saltato per squalifica la trasferta di Las Palmas. José Bordalas risponde con una serrata doppia linea, alle spalle di Grenwood e dell’ex Real e Roma, Borja Mayoral, massimo marcatore della Liga, a quota 14 reti, insieme a Bellingham e a Dovbyk del Girona.

Gioia e dolore

Il Real parte col piglio giusto, imponendo fino dai primi scampoli la sua superiorità tecnica e, nei primi minuti, si vede annullare giustamente per fuorigioco il possibile vantaggio di Joselu e, poco dopo, spreca un’occasionissima con Vinicius, liberato da un lungo lancio di Nacho. Il gol è nell’aria e, a realizzarlo, è l’attivissimo Joselu, che approfitta di un perfetto centro dalla destra di Lucas Vazquez per rompere gli equilibri con un imperioso colpo di testa. I blancos, poi, si mettono a gestire con una certa tranquillità. A guastare la serata, però, è l’infortunio sofferto da Rudiger, che esce con un ginocchio dolorante da uno scontro di gioco con Greenwood. Comprensibile la smorfia di preoccupazione di Ancelotti, che ha già perso per strada gli altri due centrali, Militao e Alaba, messi ko dalla rottura del crociato. 

Joselu segna, Vincius spreca

Rudiger, ad inizio ripresa, non si ripresenta e viene sostituito da Camavinga, con Tchouameni che scala nelle retrovie. Addirittura tre cambi per il Getafe, con Latasa, Diego Rico e Jorge Martin che rilevano Domingos Duarte, Djené e Carmona. Il restyling di Boradalas sembra giovare agli azulones, che scheggiano subito la base del palo con il vivace Grenwood. A segnare ancora, però, è il Real, grazie a una grande giocata dello scatenato Joselu, che fa fuori Alderete con uno stop a seguire e, poi, incrocia con un sinistro chirurgico. Doppietta e 7º gol in Liga per l’ex centravanti dell’Espanyol. Seguono due ghiotte occasioni per il tris malamente sprecate da Vinicius. Sul fronte opposto, invece, ci vuole un mezzo miracolo di Lunin per deviare sul palo una botta di Borja Mayoral. Nel finale, Ancelotti s’indigna per un rigore negato al subentrato Brahim Diaz. Poco male, è comunque vittoria e vetta solitaria della classifica, con due lunghezze di vantaggio sul Girona.

CLASSIFICA LIGA


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente United, trionfo allo scadere: Mainoo trova il gol vittoria al 97'! Successivo Calciomercato, rivivi la diretta dell'ultimo giorno: tutte le trattative e gli affari

Lascia un commento