Un Vlahovic stile Firenze sfida l’inestimabile Lautaro: la lunga strada verso il big match

Poco spettacolo all’andata tra Inter e Juve: sarà una partita decisiva solo se vincono i nerazzurri, altrimenti… 

Inter 54-Juve 53. Alla vigilia dello scontro diretto che vale (forse) una stagione la classifica sembra scritta da un grande sceneggiatore. Un testa a testa a sorpresa come Real Madrid-Girona in Spagna e Bayern-Leverkusen in Germania. Nessuno l’avrebbe immaginato, dimenticando che, al netto della squalifica, nell’ultimo torneo i bianconeri avevano raccolto gli stessi punti dei nerazzurri (72). L’Inter resta più forte, una finale di Champions ti cambia prospettiva com’era successo ai bianconeri di Allegri nel 2015, ma la Juve non è così distante. 

Precedente Le pagelle degli arbitri: Serataccia per Aureliano, 5. Male anche Massa Successivo Super Vlahovic antidoto all'Inter? Nell'ultimo mese nessuno come lui