Un Mondiale, tre contratti che scottano

L’emiro del Qatar, proprietario del Psg, ha realizzato il sogno di avere in casa le sue tre stelle, che vivono però momenti diversi

Per il Qatar c’è Mondiale e Mondiale, con una nazionale ufficiale e una ufficiosa. La prima, priva di nomi noti e fuoriclasse, ha cominciato maluccio, con la sconfitta all’esordio con l’Ecuador, una novità per un paese organizzatore nella storia del torneo Fifa. La seconda nazionale invece promette spettacolo, perché in fondo c’è sempre un po’ di Qatar anche nella Francia di Mbappé, nell’Argentina di Messi e nel Brasile di Neymar.

Precedente Juve, senti Rabiot: "Questo Mondiale mi aiuta sul mercato". La situazione Successivo Mou: "Non abbiamo la forza per comprare dalla Premier. Un giapponese? Se costa poco..."

Lascia un commento