Un giorno a Coverciano: attesa per il rilascio dell'”Experience” nella casa della Nazionale

Venerdì alle ore 13 è fissato lo sblocco del premio per i possessori di fan token: sono necessari 8mila punti esperienza per vivere il centro tecnico degli Azzurri

Non sono mesi semplici per la Nazionale di calcio, tutt’altro. Ciò nonostante, il Centro Tecnico Federale di Coverciano, a Firenze, conserva un fascino e una narrativa difficilmente replicabile altrove. Inaugurato a fine Anni Cinquanta, si tratta del luogo dove si svolgono i ritiri degli Azzurri ormai da oltre mezzo secolo. Lì i calciatori in ascesa certificano la loro crescita, lì si formano i gruppi dell’Italia in vista delle grandi competizioni internazionali. Come quella del 1982 di Enzo Bearzot o quella di Marcello Lippi del 2006. O, ancora, come quella di Euro2020 targata Roberto Mancini, dolceamaro ricordo del successo della scorsa estate.

L’esperienza

—  

Al di là dell’amarezza di aver fallito la qualificazione a Qatar 2022, il quartier generale della Nazionale è uno di quei luoghi che ci si abitua a vedere in televisione e mai dal vivo, come se non esistessero nella realtà. Per alcuni possessori di fan token, invece, ci sarà la possibilità di vivere in prima persona la magia di Coverciano riscattando il premio dalla consueta lista di “Fan Rewards” e convertendo i punti esperienza (Ssu) a disposizione nel proprio portafoglio virtuale. Ne serviranno 8mila a coloro che possiedono almeno 25 gettoni digitali dell’Italia. Sono questi i due limiti imposti alla community, per il resto serve solo battere la concorrenza al momento dello sblocco della “Coverciano Experience”, fissato per venerdì alle ore 13 sull’app della piattaforma di fan token.

Precedente Vlahovic, lacrime in campo: il gesto di Chiesa e Chiellini dopo l'Inter Successivo Uomo forte, risultati deboli: occhio ai conti e frasi dure, ma la prima Juve di Arrivabene è un flop

Lascia un commento