Uganda-Kenya, niente reti nel secondo tempo

Penultimo turno della seconda fase che, nel continente africano, vedrà andare avanti le dieci vincenti di ogni girone. Nel gruppo E si affrontano Uganda e Kenya che all’andata, a Nairobi, hanno chiuso sullo 0-0. L’Uganda al momento è seconda in classifica con due lunghezze di ritardo sul Mali capolista mentre il Kenya, ormai senza più possibilità di qualificazione, è il quasi fanalino di coda di questo raggruppamento con due soli punti all’attivo. Diversa quindi la situazione delle due nazionali e opposto anche lo spirito con cui ci si avvicina a questo match. I padroni di casa per avere la possibilità di andare avanti devono vincere e giocarsi poi il passaggio al turno successivo nell’ultimo e decisivo incontro con il Mali mentre la formazione ospite non ha più nulla da chiedere a queste qualificazioni e giocherà per onore di firma.

Indovina il risultato esatto di Uganda-Kenya

Quattro gare ciascuno ma polveri bagnate nella ripresa

La classifica, per Uganda e Kenya, parla chiaro ma, nonostante il divario enorme per quanto riguarda i punti, non c’è troppa differenza sul fronte delle reti realizzate. La formazione ospite, penultima, in quattro partite disputate ha messo a segno una sola rete (1-1 contro il fanalino di coda Rwanda). Soltanto una in meno rispetto alla nazionale di casa che di reti, sempre in quattro gare, ne ha realizzate… due (entrambe al Rwanda, una nel match d’andata, una in quello di ritorno che hanno fatto seguito ai primi due incontri entrambi pareggiati a reti inviolate). Attacchi quindi tutt’altro che pirotecnici e accomunati dalla stessa caratteristica: le tre reti (due per l’Uganda, una per il Kenya) sono state tutte segnate nei primi 45 minuti di gioco. Nella ripresa sia agli uni che agli altri sembra si siano completamente bagnate le polveri rimanendo così… all’asciutto.

Precedente Europa League: il Galatasaray chiede il 3-0 a tavolino con la Lokomotiv Successivo Sampdoria, alla ripresa Quagliarella da valutare

Lascia un commento