Udinese, Sottil sfida Spalletti: “Voglio mettere il Napoli in difficoltà”

UDINE“Ci teniamo a chiudere bene. Cercheremo di mettere in difficoltà il Napoli con tutto quello che sappiamo fare. Non andremo al Maradona a veder giocare solo loro. Noi abbiamo armi e qualità. Questo è sempre stato il nostro modo di pensare e fare calcio”. Lo ha affermato Andrea Sottil, alle telecamere di Udinese Tv, alla vigilia della trasferta a casa della capolista. Per il tecnico, una prestazione normale con il Napoli non basta: “Serve una performance speciale. La determinazione avuta con lo Spezia e nelle precedenti gare dobbiamo proiettarla anche a domani. Fisicamente la squadra sta bene. Quello che sto costruendo con i ragazzi da quando ho iniziato, è di non accontentarsi mai. Domani dovrà essere lo stesso. Dobbiamo giocare come se fosse una finale e chiudere da protagonisti, pur sapendo le difficoltà della gara. Stiamo facendo tutte le valutazioni e test del caso. Anche Nuytinck sta provando per essere in campo”. Grande rispetto per l’allenatore degli azzurri: Spalletti lo conosco, è una persona di grande carisma e tenacia, sa passare alla squadra il messaggio di sacrificio”. Sottil si sofferma sulla possibile defezione di Kvara: “È sicuramente un grandissimo acquisto, lo dice il campo e le sue prestazioni. Classico attaccante esterno, bravissimo nell’uno contro uno, molto affamato nel voler fare gol. La fame fa la differenza. Se mancherà però non penso che cambierà nulla: il Napoli possiede una rosa competitiva che chi lo sostituirà sarà all’altezza”. “A me le soste solitamente non piacciono – conclude il tecnico dei friulani analizzando i 40 giorni di stop al campionato per i Mondiali -. La squadra però ha tirato tanto, abbiamo dei giocatori fermi ai box, che fa parte del calcio, quindi questo sarà un modo per staccare mentalmente e fisicamente, ricaricare le energie per affrontare poi il lungo periodo di allenamenti e amichevoli importanti che ci aspettano prima della ripartenza”.

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente Simone Pafundi in Nazionale: chi è l'attaccante di 16 anni convocato da Mancini Successivo SPAL, De Rossi: "Essere qui è un sogno. Benevento da primo posti, giochiamo come a Terni"

Lascia un commento