Turchia, Gunes scarica la pressione: “Contro l’Italia siamo sfavoriti”

Domani si alza il sipario sugli Europei con il primo match Italia-Turchia. Dopo il ct Mancini è toccato al turco Senol Gunes, presentare il match in conferenza stampa. «Sappiamo che il confronto è molto difficile per noi anche perchè Mancini conosce la Turchia avendo allenato il Galatasaray. L’Italia ha un gruppo forte e ottimi giocatori a disposizione. Non siamo i favoriti per questo girone ma vorrei poter disputare la finale di questo torneo contro l’Italia. Il nostro percorso parte nel 2002 con la semifinale Mondiale, sarebbe bello giocare una finale con loro. Questa è una competizione che tutti vorrebbero vincere, noi compresi. Ma sappiamo bene che vincere è una cosa, perdere un’altra, ma sono certo che ci sarà tanto da imparare durante questa manifestazione. Tutti i calciatori turchi convocati sono pronti per disputare un grande Europeo, ma speriamo che intanto si possano divertire”.

ITALIA – Gunes specifica meglio la forza degli azzurri: “Domani sarà una sfida assai complicata anche se conosciamo la forza degli avversari e i loro punti deboli. Guardate Donnarumma: è giovane e bravo, ma hanno anche Insigne e Immobile. Vedi queste individualità e sai che giocano tutti quanti in Serie A, più due del Chelsea e uno del PSG. Noi siamo consci della classe e della tradizione dell’Italia che si qualifica per quasi tutti i tornei. Hanno una grande cultura calcistica, ci sono parallelismi tra noi e loro. Dal punto di vista tecnico, tattico e fisico, sarà combattuta. Non voglio scendere nei dettagli, vorrei vedere la classe dei miei in campo».

Precedente Pogba fa sognare la Juve: "Rinnovo? Nessuna proposta dallo United" Successivo Vai Italia, ora arriva il bello: è l’occasione per ripartire tutti assieme

Lascia un commento