Tudor: “Juve battuta due volte. Grande Lazio, cuore e mentalità: peccato”

“Siamo usciti a testa alta, ma non è bastato. Faccio i complimenti alla Juve, ma li faccio anche ai miei ragazzi”. Sono le parole di Igor Tudor al termine della gara di ritorno della semifinale di Coppa Italia, che ha visto i bianconeri aggiudicarsi il pass per l’ultimo atto del torneo in programma il 15 maggio, dove affronteranno la vincente fra Atalanta e Fiorentina.

“Juve al massimo in fisicità e velocità”

“Abbiamo dato tutto, ma sono passati loro – ha dichiarato ai microfoni Mediaset – . Non solo Castellanos, ci sono state tante cose belle a parte il fatto che non siamo passati. Agonismo, mentalità, gol. Mi dispiace per i ragazzi perché ci credevano e siamo usciti per via di questo gol”.

“La Juve ha un livello di fisicità e velocità che è al massimo. Ce l’abbiamo messa tutta, dispiace. La strada è quella giusta. Con la Juve quest’anno abbiamo vinto 2 gare su 3, siamo soddifstati anche se non siamo passati. La mentalità per crescere c’è. Siamo a buon punto”.

“La corsa alla Champions? Nelle ultime gare abbiamo vinto 3 partite su 4. Vogliamo proseguire su questa strada. Contro il Verona sarà una partita super importante. Ci manca ancora qualcosa sul piano della fisicità, ma con la preparazione giusta si può crescere ancora. Io sono qui da un mese. Le squadre si costruiscono per un certo tipo di gioco. In estate lavoreremo per trovare i profili giusti”, ha concluso Tudor.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Inter, festa continua: dal dirigibile nei cieli di Milano, alla diretta Instagram con Zhang Successivo Oggi in TV, Coppa Italia, dove vedere la gara fra Atalanta e Fiorentina