Tre serate di grande calcio con le Coppe europee. In campo 6 squadre di serie A

Tornano le Coppe Europee. Tre serate di grande calcio (12-14 marzo). Sei squadre di serie A impegnate: quattro in trasferta (Napoli, Inter, Milan e Roma) e due in casa (Atalanta e Fiorentina). Sono i match di ritorno degli ottavi. Parola d’ordine: vietato sbagliare. Mica facile, soprattutto per chi all’andata non è andato oltre il pareggio (Napoli e Atalanta). Ma tutto è possibile sul palcoscenico d’Europa, nelle tre competizioni più importanti. Vediamo.

Capitolo Champions

Comincia, martedì sera (ore 21),il Napoli nella tana del Barcellona bloccato al Maradona (1-1).Termina l’Inter mercoledì, sempre alle 21, in casa dell’Atletico Madrid,battuto di misura a San Siro (1-0). Il doppio confronto Italia-Spagna promette spettacolo e qualità. Il Napoli, reduce dal pareggio casalingo con il Torino (1-1), si gioca l’accesso ai quarti e i 10 milioni promessi dal presidente De Laurentiis. Formazione al completo. A Madrid Inzaghi dispone di tutti i big in gran spolvero, da Chala a Thuram e con il bomber Lautaro riposato e Acerbi recuperato.

Europa League

Milan a Praga, l’Atalanta a Bergamo con lo Sporting (1-1 all’andata), la Roma in Inghilterra, a casa Brighton, città balneare. Partite tutte di giovedì. Il Milan è reduce dall’1-0 in campionato sull’Empoli e dal sorpasso in classifica sulla Juventus. All’andata aveva battuto 4-2 lo Slavia. L’Atalanta ha pareggiato a Torino con la Juventus (2-2), trascinata dall’olandese Teun Koopmeiners, uomo ovunque (doppietta). L’allenatore Gasperini conta su una squadra più riflessiva che aggressiva. La Roma di De Rossi è reduce dal 2-2 di Firenze ed è tranquilla, forte del 4-0 dell’Olimpico. La squadra inglese, allenata dal bresciano Robertino De Zerbi (ex Sassuolo, Benevento, Foggia, Palermo) dovrebbe fare un miracolo per accedere ai quarti. 

Conference League

Nella terza competizione UEFA c’è una sola squadra italiana: la Viola di mister Vincenzo Italiano. La Fiorentina giovedì alle 18.45 affronterà gli israeliani del Maccabi Haifa allo stadio Franchi. Alla andata, sul neutro di Budapest, il Maccabi è stato battuto 4-3 (gol vincente di Barak al 95’). Firenze blindata, sei settori dello stadio resteranno chiusi, tribuna centrale e laterale comprese. Divieto assoluto di portare zaini,borse e power bank, la batteria esterna che si carica con un semplice cavo USB. Si temono incidenti.

Precedente Scandalo Camerun, 62 giocatori sospesi per dubbi sull'età: c'è Douala Successivo Furia De Laurentiis in diretta tv: porta via Politano dall'intervista!