Tragedia Manchester City: ex giocatore 18enne morto suicida

MANCHESTER – Il Manchester City è in lutto per la scomparsa di Jeremy Wisten, morto suicida a soli 18 anni. Il calciatore è stato trovato privo di vita nella propria casa dalla madre. Jeremy era riuscito ad entrare nelle giovanili dei Citizens all’età di 13 anni e tutto lasciava presupporre una straordinaria carriera per il giovane britannico. Il sogno però si è infranto nel 2018, quando si è infortunato al legamento del ginocchio e poi non ha ricevuto il rinnovo contrattuale da parte del club che ha sempre tifato. Secondo le prime ricostruzioni sarebbe stato proprio questo il motivo del suicidio: Jeremy era caduto in depressione per il mancato rinnovo e nel vedere i suoi amici nelle giovanili del City che continuavano con le loro carriere. 

Precedente “El D10S del futbol”, il nuovo singolo per Maradona Successivo Atp finals di Torino e Next Gen di Milano, il tennis mondiale si gioca in Italia

Lascia un commento