Tra obiettivi e cessioni, al via il mercato invernale: la situazione squadra per squadra

Da oggi sarà possibile depositare i contratti dei nuovi acquisti (come Ikoné alla Fiorentina e Boga all’Atalanta). La deadline è fissata per il 31 gennaio alle 20

3 gennaio – Milano

Il calciomercato già da diversi giorni è sulla bocca di tutti, ma la sessione invernale inizia ufficialmente oggi, 3 gennaio, e si concluderà il 31 alle 20. Quasi un mese, quindi, di trattative e di voci che si inseguiranno. Guardando alla Serie A, tutte le squadre proveranno a fare qualcosa, tra occasioni per sistemare la rosa e possibili colpi grossi per affrontare al meglio la seconda parte di stagione. Vediamo nel dettaglio la situazione di ogni club di A, tra obiettivi, colpi già effettuati (da oggi è possibile, appunto, depositare i contratti) e cessioni.

Atalanta

Ilicic, zero offerte. Miranchuk verso l’addio

Dopo il colpo Boga sono giorni di calma sul fronte mercato in casa nerazzurra. Si opererà sostanzialmente solo in uscita, con due cessioni, da chiudere senza fretta. Scontata quella di Piccoli in prestito (già trovato l’accordo sulla formula con il Genoa, si aspetterà il ritorno in campo di Zapata), mentre la seconda riguarderà un trequartista mancino: Ilicic al momento non ha offerte, mentre Miranchuk sì, quindi l’indiziato numero uno a lasciare Bergamo resta il russo.

Bologna

Hickey-Aston Villa? Solo se sale l’offerta

L’interesse dell’Aston Villa per Aaron Hickey, terzino sinistro classe 2001, resta vivo anche se il Bologna non si discosta dalla sua linea. Quella, cioè, di non volersi privare dello scozzese a meno che non arrivi un’offerta irrinunciabile. I gioielli rossoblù piacciono molto in Premier League, dove è noto anche l’interesse del Tottenham per Svanberg. Skov Olsen è seguito dall’Hertha Berlino, Van Hooijodonk è destinato all’Heerenveen in prestito. In entrata si segue sempre la pista Pedersen, laterale destro del Feyenoord, e si cerca un vice Arnautovic.

Cagliari

Goldaniga, oggi le visite. Pressing su Calafiori

Mazzarri ha bisogno di rinforzi in difesa e dopo l’arrivo di Lovato (in prestito dall’Atalanta) tocca a Goldaniga. Oggi giornata di visite mediche per il centrale ex Palermo che da domani si allenerà regolarmente con il gruppo rossoblù in vista della sfida del 6 gennaio a Genova contro la Sampdoria. Rossoblù che restano in forte pressing su Calafiori e aspettano solo il via libera definitivo della Roma al prestito. In uscita Ceter, piace in Serie B al Pisa, mentre Oliva al Benevento.

Empoli

Conti e Benassi, obiettivi importanti

Esperienza e voglia di rilanciarsi. Ecco il perché dell’operazione che sta portando dal Milan all’Empoli l’ex Atalanta Andrea Conti, in scadenza con i rossoneri. Gli stessi motivi che potrebbero fare arrivare al Castellani anche Benassi dalla Fiorentina, dove non sta trovando spazio. Lui è il primo obiettivo per sostituire l’infortunato Haas (rottura del legamento crociato, out fino a fine stagione).

Fiorentina

Cercasi vice Vlahovic. Kokorin, sarà addio

In attesa di completare il mercato in entrata con un attaccante centrale che possa svolgere il ruolo di vice Vlahovic, la Fiorentina pensa anche a sfoltire. Oltre al solito Kokorin, sul piede di partenza anche Amrabat. Il centrocampista, che sarà impegnato in Coppa d’Africa, chiuso nel ruolo di centrocampista centrale da Torreira e Pulgar. Sempre in mezzo, anche Benassi potrebbe partire (Empoli in pole) se dovessero arrivare offerte congrue.

Genoa

Sprint per Piccoli, ma c’è il nodo-uscite

Si lavora con l’Atalanta per arrivare in tempi rapidi a Piccoli, dopo avere regalato a Shevchenko il primo rinforzo (Hefti, terzino arrivato dallo Young Boys), che potrebbe già debuttare giovedì contro il Sassuolo. Ma è molto delicata la situazione in uscita: Caicedo ed Ekuban lasceranno il Genoa, ma è penalizzante l’ingaggio elevatissimo dell’ex laziale. Shevchenko ha lavorato sin qui con 34 elementi: decisamente troppi.

Inter

Vecino o Sensi, almeno uno lascerà. Ginter si avvicina

Per far arrivare qualcuno all’Inter servirà lasciar partire almeno uno dei centrocampisti col muso in rosa: Vecino è destinato a salutare molto più che Sensi (solo se dovessero partire entrambi, poi, si aprirebbero le porte per Villar della Roma). La priorità in entrata è il cambio di Perisic: Lucas Digne ha maggiori possibilità di arrivare in prestito rispetto a Kostic. E occhio pure ai parametri zero per giugno: Onana è stato ormai preso, Ginter si avvicina sempre di più.

Juventus

Sarà caccia al 9. Arthur vuole più spazio

La Juventus cerca la punta con un occhio alle uscite. Ai bianconeri serve un attaccante, anzi due se andrà via anche Morata (che è corteggiato dal Barcellona), ma in prestito, a meno di cessioni che consentano di incassare. Da monitorare, oltre a Ramsey (piace al Newcastle), anche Arthur (che vuole più spazio) e Kulusevski: quest’ultimo potrebbe garantire un discreta cifra da reinvestire. Sull’ex Parma c’è l’interesse del Tottenham di Conte e Paratici.

Lazio

Reinildo del Lilla per la difesa

I fronti aperti per la Lazio continuano ad essere due: il terzino sinistro e il vice Immobile. Per quest’ultimo crescono le quotazioni del giovane tedesco Burkardt (Mainz). Per il suo acquisto è però necessario prima cedere Muriqi. Sul kosovaro c’è l’Hull City, nei prossimi giorni potrebbero esserci novità. Come terzino sinistro in pole position c’è il mozambicano Reinildo del Lilla. Intanto Escalante è a un passo dalla cessione in prestito all’Alaves.

Milan

Obiettivo centrale: Botman in pole, poi Szalai e Diallo

La priorità resta il centrale da ingaggiare in sostituzione di Kjaer, ma l’idea del Milan è di investire su un potenziale titolare del futuro. In pole c’è sempre Sven Botman, olandese del Lilla, le alternative sono l’ungherese Szalai e il francese Abdou Diallo del Psg: entrambi possono anche giocare da terzini sinistri. A centrocampo si prova ad anticipare l’arrivo di Adli dal Bordeaux. In attacco occhi su Kolo Muani, anche se i rientri di Leao e Rebic spostano in secondo piano le attenzioni per il reparto offensivo.

Napoli

Tuanzebe in arrivo, ma serve qualche altro giorno

Ci vorrà ancora qualche giorno per concludere l’operazione col Manchester United per portare Axel Tuanzebe al Napoli. Il difensore centrale inglese ieri non era neanche in panchina con l’Aston Villa e questo è il segnale che l’affare sta andando in porto. Ma occorre che lo United chiuda quel prestito per aprirne un altro con gli azzurri per 500 mila euro. Poi va completata la documentazione come extracomunitario e questo allunga i tempi. Se tutto filerà liscio Spalletti potrà averlo il 9 con la Samp. Per quanto riguarda, invece, Lorenzo Insigne, la sua situazione sembra ormai delineata: rimarrà fino a giugno al Napoli e poi andrà a Toronto.

Roma

Spunta Ndomebele, ma Grillitsch e Kamara sono davanti

Continuano le manovre per rinforzare la rosa, provando a operare con la formula del prestito. La Roma, in particolare, vuole regalare a Mourinho almeno un centrocampista per rinforzare il reparto. Dal Tottenham è stato offerto Ndombelé, ma la trattativa è agli inizi. Più avviate, invece, quelle per Grillitsch dell’Hoffenheim e Kamara del Marsiglia. Si insiste con l’Arsenal per Maitland-Niles, ma la priorità sono le cessioni. Santon piace in Grecia e Turchia, Fazio in Spagna.

Salernitana

Dubbio diesse. Attesa per i rinnovi, Djuric il primo

Il mercato della Salernitana dipenderà innanzitutto dalle scelte della nuova proprietà, a cominciare da quella relativa al direttore sportivo Fabiani. Tra i primi passi da compiere i riscatti obbligati di Mamadou Coulibaly e Simy e l’eventuale prolungamento di contratto con i calciatori prossimi alla scadenza. Tra questi c’è l’attaccante Djuric, uno dei giocatori più affidabili della rosa che, dalla scorsa estate, chiede il rinnovo.

Sampdoria

Ekdal tentato dal Copenaghen

Il prossimo CdA blucerchiato in programma intorno all’Epifania dovrà dettare le linee-guida suggerite dalla nuova gestione anche in materia di mercato. La priorità, comunque, è mettere in sicurezza le casse societarie, anche diminuendo il monte ingaggi. Dopo la cessione di Depaoli, questa è la settimana che può portare a un’accelerazione per il possibile trasferimento di Ekdal in Danimarca. Il Copenaghen insiste e Albin – in scadenza nel prossimo giugno – ci pensa.

Sassuolo

Attesa per Moro. Gyasi o Strefezza per il dopo-Boga

Casting in corso per il dopo-Boga, in casa neroverde, e rosa di nomi quantomeno ampia. C’è interesse per Emanuel Gyasi dello Spezia (già blindato dalla dirigenza ligure) e per Daniel Strefezza, che sta facendosi notare a Lecce. Il club studia anche il mercato estero: il rumeno Miculescu, Elyounoussi del Southampton e Sinisterra del Feyenoord. L’impressione è che i dirigenti, al lavoro per definire l’acquisto di Luca Moro, centravanti classe 2001 del Catania ma di proprietà del Padova, non abbiano troppa fretta.

Spezia

Mercato bloccato in entrata. Salcedo rimarrà

Lo stop imposto dalla Fifa a livello di operazioni in entrata sul mercato per le prossime quattro sessioni costringe il club spezzino a valutare con attenzione anche le possibili uscite per snellire l’organico. Si valuta con attenzione la situazione, in un momento chiave della stagione nel quale la squadra di Motta è chiamata a dare un’accelerazione alla propria classifica: guai, dunque, a depauperare la rosa attuale. Salcedo, dunque, dovrebbe restare.

Torino

Possibile partenza per Baselli, Verdi, Zaza e Rincon

Il primo obiettivo del mercato di gennaio del club granata è lo sfoltimento della rosa che è molto ampia. Durante questo mese di trattative possono cambiare squadra diversi giocatori: Baselli, Verdi, Rincon e Zaza i principali indiziati. Sull’attaccante si continua a segnalare l’interessamento del Bologna, che sta cercando una punta di riserva che possa far rifiatare ogni tanto Arnautovic. Sul centrocampista ex Atalanta da registrare l’interesse del Cagliari. In entrata la priorità è sempre un esterno sinistro.

Udinese

Prima necessità: il sostituto di Pereyra

Cioffi ha una grande esigenza: rimpiazzare Roberto Pereyra che fino alla fine di febbraio non sarà disponibile in seguito all’operazione alla spalla. E di conseguenza serve in tempi rapidi un valido rimpiazzo a centrocampo. Di sicuro in partenza c’è Stryger Larsen, che è fuori rosa perché non ha voluto rinnovare il contratto e attende una destinazione gradita a lui ma anche al club. Nel caso partisse, la società interverrebbe trovando un sostituto.

Venezia

Oggi l’ufficialità per Cuisance

Oggi il Venezia deposita il contratto di Michael Cuisance, il centrocampista francese prelevato a titolo definitivo dal Bayern Monaco. La squadra di Zanetti sta cercando una squadra, in Italia o all’estero, per far giocare l’islandese Bjarki Bjarkason, unico giocatore della rosa che il tecnico non ha mai utilizzato nel girone d’andata. Restano da piazzare anche Bocalon e Zigoni, contratti pesanti in mano: si cerca una soluzione anche per il portiere italo-brasiliano Bruno Bertinato.

Verona

Barak e Casale non si muovono. Piace Stryger Larsen

Primo allenamento per Depaoli, ieri, dopo il passaggio in gialloblù dalla Sampdoria (con la formula del prestito con diritto di riscatto a 2,2 milioni di euro). In queste ore sarà ufficializzata l’operazione con il club blucerchiato. Il Verona cerca sempre un rinforzo in difesa per supplire alla lunga assenza di Dawidowicz. Stryger Larsen resta un’idea. Restano in uscita Ruegg e Cetin. Barak non partirà a gennaio, come del resto pure Casale.

Precedente Chelsea, Tuchel su Lukaku: "Un incontro e poi decideremo" Successivo Capello: "Inzaghi è favorito. Da Boga a Insigne, ecco tutte le mosse per fermare l’Inter"

Lascia un commento