Tplay ti aspetta, candidati adesso

Ancora per alcuni giorni resteranno aperte le candidature per entrare a far parte di Tplay, una realtà che da qualche settimana opera, con grande professionalità, nel mondo dei giochi. Tplay dedica estrema attenzione al rispetto delle normative e degli obblighi che riguardano questo settore, a partire dal principio di “Gioco consapevole e responsabile”. Per coniugare questo tipo di esigenza alla necessità di inserire nel suo organico un profilo specifico e qualificato, Tplay ha aperto una posizione lavorativa per il ruolo di: “Informatore sui contenuti Tplay e sul Gioco Responsabile”. Si tratta di un’opportunità lavorativa davvero importante per il profilo che verrà scelto. Innanzitutto da un punto di vista economico, poi per la possibilità di entrare a far parte di un’azienda in costante sviluppo.

Vuoi diventare Informatore di Tplay? Candidati ora!

I compiti richiesti all’Informatore di Tplay

Per il ruolo di “Informatore” possono avanzare con autorevolezza la propria candidatura non soltanto i Leader di “Communities Digitali” ma anche i Gestori di pagine Social (quali ad esempio Facebook e Instagram), canali Video, canali di messaggistica (Whatsapp, Telegram…) gli appassionati di Sport, Webmaster, oltre che proprietari o gestori di siti.

Al candidato saranno affidati compiti informativi, agli utenti che ne facciano richiesta, sul Contratto di Gioco, sui regolamenti e i diritti, sulle meccaniche e i rischi connessi con l’offerta. Inoltre, l’Informatore dovrà fornire strumenti e materiale per il Gioco Responsabile. Il tutto sfruttando un accesso alla Dashboard B2B che prevede, tra l’altro, l’utilizzo di specifici tools, materiali informativi e diversi strumenti di analisi. Non essenziale, ma gradita per poter operare una selezione ancor più accurata è l’indicazione delle cifre relative all’utenza che fa riferimento ai contenuti e alle informazioni del candidato. Costituisce titolo preferenziale anche l’indicazione degli strumenti con cui si è soliti comunicare (Post, Storie, Video o altro), il tipo di contenuti che vengono esposti (dallo Sport alla Politica, passando per Gossip, Economia e altri temi) e la presenza di pubblicità all’interno dei canali di comunicazione. Gradita ma non essenziale (sono previsti dei corsi di formazione) la conoscenza dei contenuti e delle disposizioni del Decreto Dignità sul divieto di pubblicità sul gioco d’azzardo (Articolo 9 del Decreto Legge del 12 Luglio 2019, n.87). Stesso discorso se il candidato può “vantare nel suo Curriculum” il fatto di aver collaborato precedentemente con siti online di gioco con licenza italiana. Pensi di avere le carte in regola? Non esitare allora…

Invia la tua candidatura a Tplay!

Precedente Marchisio: "Chiesa il compagno perfetto con cui giocare. E per Gigio..." Successivo La Leotta "festeggia" la Champions di Dazn

Lascia un commento