Tottenham, lo sfogo di Bergwijn: “Conte mi ignora, devo andarmene”

Il Tottenham sarà una delle grandi protagoniste del mercato estivo ormai alle porte. Ritrovata la qualificazione alla Champions League dopo due anni, gli Spurs sembrano decisi ad allestire una rosa di primo piano per accontentare le richieste di Antonio Conte, che per restare a Londra ha chiesto di poter disporre di un organico all’altezza delle big della Premier.

Tottenham, non solo acquisti: la lista degli “epurati” di Conte

Oltre che sul fronte acquisti, tuttavia, il ds Paratici dovrà essere attivo anche su quello delle cessioni, dato che lo stesso Conte, come anticipato dalla stampa inglese, avrebbe fornito un elenco di almeno sette giocatori che non rientrano più nei suoi piani e che quindi il club dovrà provare a cedere per fare cassa e far quindi lievitare il tesoretto a disposizione per le operazioni in entrata.

Bergwijn attacca Conte: “Nel club mi voltano le spalle”

Tra gli esuberi individuati da Conte, oltre, tra gli altri, a Tanguy Ndombele e Giovani Lo Celso, c’è anche l’attaccante olandese Steven Bergwijn che, intervistato da ‘Espn’ dal ritiro della propria nazionale, di cui è un punto fermo come confermato nella partita di Nations League contro il Belgio, si è sfogato contro l’attuale gestione tecnica del Tottenham: “È un momento difficile per me. In nazionale gioco bene e trovo un allenatore che mi dà fiducia, ma quando torno nel club non trovo spazio. Conte mi ignora e io devo trovare una soluzione. Voglio lasciare il Tottenham, ma non so ancora dove andrò“. Bergwijn non esclude il ritorno in patria, ma non nel Psv in cui ha già militato: “L’Ajax potrebbe essere un’idea, ma non mi precludo nulla. Per un giocatore è sempre difficile non avere la fiducia del proprio tecnico”.

De Ligt, Dumfries e non solo: l'Olanda degli "italiani" in campo

Guarda la gallery

De Ligt, Dumfries e non solo: l’Olanda degli “italiani” in campo

Bergwijn, da eroe contro il Leicester a esubero

A Bergwijn, evidentemente, non è bastata la doppietta decisiva nella partita del 19 gennaio contro il Leicester quando, sotto 2-1 al 90’, gli Spurs l’hanno spuntata per 3-2 proprio grazie ai due gol segnati dall’olandese, per due punti rivelatisi decisivi nella corsa al quarto posto. Il giocatore è stato titolare solo nella partita successiva a quella contro le Foxes, per poi venire di fatto escluso dalle rotazioni di Conte che lo ha spesso mandato in campo solo negli ultimi minuti se non addirittura nel recupero.

Tottenham, Conte punta Bastoni

Guarda il video

Tottenham, Conte punta Bastoni

Precedente Ucraina, niente impresa: il Galles di Ramsey vola ai Mondiali in Qatar Successivo Calciomercato Monza, in arrivo Candreva e Ranocchia

Lascia un commento