Toro, Juric lavora sulla fase difensiva: Zima è da inserire

La sosta per le nazionali dei primi di settembre, con il mercato che termina a campionato avviato, per gli allenatori è diventata una finestra di lavoro utile come e forse più del ritiro. Certo quest’ultimo si svolge in altura e aiuta ad aumentare la capacità polmonare, ma sempre più spesso in montagna sono condotte squadre molto differenti da quelle che poi si trovano ad affrontare la stagione.

Torino, Vagnati presenta Pjaca e Pobega

Guarda la gallery

Torino, Vagnati presenta Pjaca e Pobega

Toro, Zima e Pobega dovranno prendersi le responsabilità

Si prenda il caso di Juric, che nel lasso di tempo che va tra la sconfitta di Firenze (seguita al ko contro l’Atalanta, nel quale i granata avrebbero meritato almeno un punto per la qualità della prestazione offerta) e la ripartenza contro una Salernitana appena rinforzata da Ribery, può plasmare un Toro rifinito dai recenti arrivi di Pobega, Brekalo e Zima (una lista dentro la quale non compare Praet, portato via all’allenatore dalla convocazione con la Nazionale belga). Due giovani e il colpo realizzato per dare nerbo a un reparto sormontato da Belotti. Anche Pobega e Zima, comunque, nonostante la giovane età sono chiamati a svolgere un corso rapido di maturazione evolvendo in “colpi”. Il mancato arrivo di Amrabat, agganciato (da Vagnati) ma stoppato (da Cairo) impone a Pobega una pronta assunzione di responsabilità, a centrocampo. Ma pure Zima è stato preso con un occhio rivolto al futuro (il ceco ha 20 anni), e un altro alle esigenze immediate. Lo svincolo di Nkoulou e la cessione al Southampton di Lyanco hanno reso stringente l’esigenza di una crescita rapida, da parte del talento ex Slavia Praga. E con la difesa Juric può lavorare al meglio o quasi, visto che l’unico in disponibile, perché chiamato dalla Svizzera per le gare di qualificazione al Mondiale, è Rodriguez. Che l’allenatore granata sembra aver definitivamente dirottato quale centrale di sinistra. Per il resto l’osservato speciale Zima è regolarmente in gruppo al Filadelfia, come del resto Bremer che sta lavorando per mettersi alle spalle il guaio alla caviglia destra, Djidji che Juric ha voluto fortemente confermare nonostante le avances del Crotone.

Tutti gli approfondimenti sull’edizione di Tuttosport

Torino, buone notizie per Belotti: escluse fratture

Guarda il video

Torino, buone notizie per Belotti: escluse fratture

Tuttosport League, iscrizioni aperte: schiera la tua formazione, vinci viaggi in Europa e buoni Amazon. Partecipa, è gratis!

Precedente Milinkovic studia da tuttocampista. E con Basic Sarri ha più soluzioni in mezzo Successivo Roma, Spinazzola "vede" il rientro: via il tutore

Lascia un commento