Toro, da Boloca a Ilie e Olaru: prosegue la linea verde

TORINO – Avanti con i giovani che andranno integrati con giocatori esperti. Il focus resta chiaro: la rosa va costruita artigianalmente, pezzo su pezzo, mantenendo la linea verde pur con alcune eccezioni. Per quanto riguarda il portiere sarà ad esempio opportuno puntare su un elemento maturo, tecnicamente pronto a chiudere la porta granata più di quanto non abbia fatto Milinkovic. E idem dicasi per il sostituto di Bremer. “Se va via come è probabile al suo posto ne servirà uno forte“, ha chiarito Juric. Già anticipando che, per il post brasiliano, servirà una certezza e non un giovane da crescere.

Grande Torino: a Superga l'emozione di Juric fra i tifosi

Guarda il video

Grande Torino: a Superga l’emozione di Juric fra i tifosi

Boloca ha disputato un campionato da protagonista

Salendo di reparto e guardando al centrocampo sì che invece vale la pena corroborare la mediana con un elemento dalle qualità evidenti, ma ancora da affinare (vista la presenza dei vari Lukic e Mandragora, ma pure dell’ormai inserito Ricci). Quale ad esempio è Daniel Boloca, reduce da un campionato da protagonista con il Frosinone. Che ha perso il treno playoff, ma che è nelle condizioni di finanziare la ripartenza grazie ad almeno due cessioni importanti. Una è già stata concretizzata ed è il passaggio di Federico Gatti – vanamente inseguito dal Toro e rimpianto da Juric – alla Juve per 7,5 milioni più 2,5 di bonus, l’altra sarà quella del centrocampista nato a Chieri (comune alle porte di Torino dove è cresciuto pure Gatti) […]

Precedente Probabili formazioni Juventus Inter/ Diretta tv: dubbio Bastoni (Coppa Italia) Successivo Lazio, Immobile punta la Juve: terapie a Formello

Lascia un commento