Toro, a gennaio mercato bollente: via almeno in sei

TORINO – Mica comoda, la posizione di Davide Vagnati: il responsabile dell’area tecnica granata è alle prese con un rompicapo di non semplice soluzione. Da una parte c’è Juric che preme affinché la rosa venga rinforzata per consolidare un progetto di crescita che ha subito un brusco stop a La Spezia, ma che in precedenza ha avuto più di una conferma, dall’altra c’è Cairo che, consolidando un radicatissimo diktat presidenziale, vincola le azioni in entrata a quelle in uscita. Prima cedere, poi semmai acquistare, è la regola che da anni vige in casa granata.

L’eccezione richiesta dall’allenatore granata

Con una sola eccezione, per quanto riguarda la prossima finestra di trattative. La convocazione di Ola Aina da parte della Nigeria per la Coppa d’Africa (probabile quella di Singo con la Costa d’Avorio) e le precarie condizioni fisiche di Ansaldi, valore aggiunto quando utilizzabile, ma spesso vittima di infortuni muscolari, induce la dirigenza a muoversi per un terzino indipendentemente dalle partenze. Preferibilmente un esterno sinistro, detto che se le strade del mercato dovessero condurre verso l’arrivo di un destro di piede, a Juric tale elemento verrebbe consegnato. L’eccezione conferma comunque la regola, che ripetiamo prevede sia requisito agli innesti lo sfoltimento della rosa. Caldeggiato a più riprese anche da Juric, il quale a scanso di equivoci auspica taglio, ma pure messa in piega. Ok alle partenze, ma pure con un occhio di riguardo al miglioramento tecnico del gruppo. Che se tutto dovesse incastrarsi alla perfezione, a fronte cioè di club disposti a ingaggiare gli esuberi granata, a gennaio dovrebbe subire il taglio di sei calciatori.

Tutti gli approfondimenti sull’edizione di Tuttosport

Juric: "A gennaio serve un mercato coraggioso"

Guarda il video

Juric: “A gennaio serve un mercato coraggioso”

Precedente DIRETTA/ Milan Juventus Primavera video streaming tv: striscia vincente bianconera Successivo Probabili formazioni Atalanta-Spezia: aggiornamenti

Lascia un commento