Torino, sollievo Belotti: solo un trauma contusivo, rientra dopo la sosta

Il capitano granata ha lasciato il ritiro dell’Italia per un problema al perone. Il comunicato della società rassicura sulle sue condizioni: il Gallo sarà disponibile per il match contro la Salernitana del 12 settembre

La prima serie di esami strumentali ha escluso l’ipotesi peggiore fatta a Coverciano, ovvero una frattura composta al perone. Il cauto ottimismo delle ultime ore sulle condizioni di Andrea Belotti era fondato: il Gallo recupererà già per domenica 12.

SOSPIRO DI SOLLIEVO

—  

Il capitano aveva dovuto lasciare il ritiro della Nazionale per i postumi del colpo al perone subìto durante la gara con la Fiorentina in uno scontro di gioco con Lucas Martinez Quarta. Dopo l’impatto, il centravanti granata era rimasto a terra per alcuni minuti, poi medico e massaggiatore lo avevano rimesso in piedi e lui era arrivato a concludere il match senza però riuscire a dare un apporto significativo. Per fortuna si è trattato solo di una forte contusione, il che fa tirare un bel sospiro di sollievo sia al giocatore che a Juric, che con Zaza infortunato e Sanabria in nazionale non avrebbe avuto una punta centrale da schierare contro la Salernitana. I sudamericani infatti giocano l’ultima delle tre partite di qualificazione al Mondiale nella nostra notte tra giovedì 9 e venerdì 10: guarda combinazione il Paraguay di Sanabria affronterà il Venezuela di Rincon.

IL COMUNICATO

—  

Ora Juric può pensare all’opzione Gallo già per il match contro la Salernitana, in programma il 12 settembre. Questo il comunicato ufficiale del club granata nel merito delle condizioni dell’attaccante: “Gli accertamenti clinici e strumentali cui è stato sottoposto Andrea Belotti – rientrato ieri dal ritiro della Nazionale – hanno confermato gli esiti del forte trauma contusivo occorso durante la partita contro la Fiorentina. Il giocatore ha già iniziato il percorso terapeutico di recupero. La prognosi verrà definita secondo l’evoluzione clinica”.

LA PREPARAZIONE

—  

Intanto ieri i giocatori granata rimasti in città hanno ripreso a lavorare al Filadelfia. Mentre Armando Izzo, uscito anzitempo dalla sfida del Franchi, è potuto rientrare subito in gruppo, Gleison Bremer (che aveva saltato la Fiorentina) prosegue nel suo programma personalizzato. Anche per lui è lecito parlare di una forte contusione alla caviglia destra, colpita per tre volte nello stesso punto: quando la sfortuna usa il binocolo…

Precedente Bologna, a Mihajlovic il premio "Menarini" Successivo Parma, Ribalta: "Non facile aver portato Tutino e Buffon. Rosa di livello: possiamo ambire alla A"

Lascia un commento