Torino, Praet è indispensabile: si tratta con il Leicester

TORINO – Juric è stato chiaro e perentorio, con Cairo e Vagnati: il Toro del prossimo anno, quello che senza riserve punterà dritto all’Europa, dovrà ancora avere Dennis Praet come punto di riferimento del gioco granata. Il belga è infatti il giocatore della rosa ad avere il tasso tecnico più alto. Il trequartista di 28 anni è al Toro in prestito dal Leicester con diritto di riscatto fissato a 15 milioni (gli inglesi lo avevano pagato 20, al momento di prelevarlo dalla Sampdoria): una cifra importante ma congrua considerando l’età e il suo valore. Con lui la squadra è più sicura, gioca e si diverte. Senza il suo apporto – e non è un caso – sono arrivate diverse sconfitte e tante prestazioni non proprio edificanti. Il problema è che le sue condizioni fisiche non gli permettono di giocare sempre con continuità: spesso si ferma per guai di varia natura. E anche negli allenamenti Juric deve dosarne le forze, così da averlo al meglio in partita. Situazione che il tecnico croato, vista l’importanza e la forza del giocatore, è disponibile a continuare a gestire. Come dire: per Praet questo e altro, l’importante è continuare ad averlo a disposizione.

La richiesta

Detto questo, entriamo nei particolari, o meglio nelle ultime novità che arrivano dall’Inghilterra. Gli inglesi sono disposti a rinnovare il prestito, ma questa volta con l’obbligo di riscatto e non più attraverso il diritto. Cercano di cautelarsi nell’ottica di una futura, definitiva cessione. Il giocatore non rientra nei loro piani, ma non vogliono neppure rischiare di perdere parte del capitale investito (ripetiamo 20 milioni di euro). La cifra dell’obbligo sarà leggermente più bassa rispetto ai 15 milioni, ma comunque non inferiore ai 12, 13 milioni.

Tutti gli approfondimenti sull’edizione di Tuttosport

Precedente Video/ Leicester Roma (1-1) gol e highlights: Zalewski inventa per Pellegrini Successivo Lazio, i ricordi di Postiga: “Peccato non essere stato al top”

Lascia un commento