Top e Flop 21ª giornata: Hernandez trascinatore, Bastoni da bonus. Male Svoboda e Kean

Theo merita l’8, stesso voto per il difensore dell’Inter in gol insieme al suo omonimo Simone dello Spezia (7). Martinez Quarta e Theate non vanno oltre il 4.

La ventunesima giornata si è conclusa con Cagliari-Bologna, gara disputata straordinariamente di martedì per consentire agli ospiti di poter raggiungere un numero tale di tesserati per scendere in campo. Un turno che ha visto tanti bonus (e malus) con 39 gol all’attivo.

i Top 11

—  

Difficile scegliere l’uomo copertina della seconda giornata di Serie A del 2022. Sono ben cinque le doppiette, quattro sono presenti in Top11. L’unico escluso è Scamacca, poi spazio a Hernandez (voto 8 – 24 crediti) trascinatore del Milan a Venezia, Brekalo (voto 7,5 – 22 crediti) che riscatta un periodo opaco, Raspadori (voto 8 – 20 crediti) lanciato verso l’anno nuovo con altri obiettivi e Muriel (voto 7,5 – 32 crediti) ormai habituè di vagonate di gol all’Udinese, sua ex squadra. Buono l’esordio di Gemello (voto 6,5 – 1 credito) che chiude la porta del Torino al suo debutto in A complice le defezioni di Milinkovic-Savic e Berisha. Gare eccezionali per Alessandro Bastoni (voto 8 – 17 crediti) e Maehle (voto 7 – 14 crediti): difensori di ruolo, ma che si rivelano – per una giornata – goleador e assist-man. Spazio, nel reparto arretrato, anche per Simone Bastoni (voto 7 – 13 crediti), match-winner del derby tra Genoa e Spezia. In mediana troviamo sempre Pasalic (voto 6,5 – 32 crediti), altro “regolarista” dal bonus semplice. Il reparto di centrocampo è completato da Lazovic (voto 6,5 – 16 crediti) e Locatelli (voto 6,5 – 20 crediti): il serbo trova il primo gol in stagione ma non basta al Verona per sconfiggere la Salernitana, l’azzurro dà il via alla clamorosa rimonta bianconera confermandosi attivo anche in zona bonus.

i Flop 11

—  

Per la legge universale del bene e del male, ai bonus si contrappongono i malus. E su 39 reti ce ne sono parecchi da segnalare. Partiamo subito da Padelli (voto 5 – 1 credito) che rileva Silvestri ma è costretto a raccogliere per sei volte la sfera in fondo al sacco guadagnando, in ottica fantacalcistica, un voto finale ‘negativo’ (-1). Tante espulsioni in questa giornata. A farne le spese i centrali Svoboda (voto 4 – 4 crediti), Viti (voto 4.5 – 4 crediti) e il centrocampista Ilic (voto 5,5 – 12 crediti). Nervosismo a go-go in Serie A. Non manca il solito autogol di giornata con Djimsiti (voto 6 – 14 crediti) che devia nella propria porta la conclusione masticata di Molina. Brutti voti in casa Fiorentina: male Martinez Quarta (voto 4 – 11 crediti), Torreira (voto 4,5 – 18 crediti), Castrovilli (voto 4.5 – 17 crediti) e Callejon (voto 4 – 16 crediti). Male, infine, Theate (voto 4 – 12 crediti) e Kean (voto 4,5 – 20 crediti), protagonisti di prestazioni opache con le maglie di Bologna e Juventus.

Precedente Italiano, riscossa viola: "A Napoli per dimenticare la figuraccia di Torino" Successivo Reina: "Alla Lazio per aiutare Strakosha, ma con Inzaghi è cambiato tutto"

Lascia un commento