Tonali rassicura tutti: “Sto bene, fiero di far parte di questa Italia”

Dopo il grande spavento contro l’Albania, il rossonero ha affidato ai social un messaggio rassicurante. Oggi lo staff azzurro valuterà se mandarlo a casa o portarlo in Austria (ma non giocherebbe)

dal nostro inviato Alex Frosio

17 novembre – Tirana (Albania)

“Sto bene. E sono fiero di far parte di questo gruppo. Di questa Italia”. Il messaggio diffuso via Instagram nella notte – completato dalla emoji del martello, figura che ben lo rappresenta – arriva dall’account di Sandro Tonali e in poche parole riassume e mette definitivamente un punto allo spavento, alla preoccupazione, alle polemiche social.

Del resto già alla fine dell’amichevole degli azzurri contro l’Albania erano state confortanti. Il centrocampista del Milan è uscito in barella prima del 45’ dopo essere volato giù in uno scontro aereo con Bare (in realtà in aria c’era solo Sandro, mentre l’albanese si è piegato squilibrando così il salto dell’italiano) e aver sbattuto la testa sul prato dell’Air Albania Stadium. L’azzurro è rimasto cosciente, pur se un po’ frastornato, lamentando un dolore alla nuca (e non alla spalla o al collo, come poteva sembrare dall’impatto della caduta). Lo staff azzurro ha provveduto subito a trasferirlo in una clinica privata di Tirana dove Tonali è stato sottoposto a una tac alla testa e al collo. Risultati negativi. Niente traumi né problemi. Così il giocatore è stato dimesso ed è rientrato in Italia con la squadra.

Rabbia social

—  

Il messaggio via social di Tonali è la conferma definitiva ma serve anche a qualcosa in più. La paura per le immagini che arrivavano da Tirana ha scatenato la preoccupazione e la rabbia dei tifosi milanisti. Il pensiero di perdere uno dei giocatori più importanti della squadra, ormai anche simbolo del Diavolo, risultava insopportabile: “per un’inutile amichevole”, la recriminazione più popolare. Il post di Tonali però chiarisce che all’azzurro non rinuncia. Dopo pranzo, lo staff azzurro in accordo con il giocatore deciderà se tornerà a casa – iniziando quindi le vacanze – o se resterà in gruppo anche per la trasferta di Vienna per l’amichevole contro l’Austria, anche se in ogni caso è da escludere che possa giocare. Perché la contusione c’è stata. Per fortuna solo quella.

Precedente L'Australia pazza di Ronaldo: "Pronti a dargli l'amore che cerca" Successivo Di Maria il "miracolato" segna ed è in gran forma: si scatena l'ironia degli juventini

Lascia un commento