Tommaso Paradiso, duro attacco alla Lazio e siparietto con un tifoso della Roma

ROMA – Ha cantato la liberazione: «Che qualcuno ci salvi da questa gestione». Tommaso Paradiso, star della musica italiana, cantautore lazialissimo, ha scelto uno slogan instagrammato per unirsi alla contestazione contro Lotito. Non è mai stato un vip imbavagliato o autocensurato (molti nascondono la fede biancoceleste), è sempre stato fuori dai cori (di parte). Le visioni della Lazio smembrata e dell’Olimpico consegnato al delirio milanista l’hanno fatto espoldere: «Lotito che consegna lo stadio al Milan (vittoria meritata), Acerbi che ride appena preso il gol, ora vendiamo pure Milinkovic. Welcome to S.S. Lazio», il post di Tommaso concluso con amaro sarcasmo e l’invocazione alla salvezza «da questa gestione». Paradiso non smette mai di seguire e amare la Lazio, è impegnato nello “Space Cowboy Tour”, tra un concerto adrenalinico e l’altro non si perde una partita. Tommaso già in settimana aveva solleticato Lotito durante uno degli ultimi concerti. Scherzando con il pubblico, aveva individuato un tifoso della Roma con indosso una felpa dei giallorossi: «Certo, potresti toglierla, tutto il concerto con questo giallorosso davanti agli occhi…», era stata la battuta del cantante. Scherzosamente, Paradiso aveva aggiunto «dì la verità, ti ha mandato Friedkin?» salvo poi cambiare destinatario della frecciata: «Anzi Lotito…tanto è la stessa cosa. Ti ha mandato Lotito qui con la maglietta della Roma», è la ricostruzione circolata sul web.

Immobile illude la Lazio, Giroud e Tonali lanciano il Milan

Guarda la gallery

Immobile illude la Lazio, Giroud e Tonali lanciano il Milan

Lazio, lo sfogo social di Tommaso Paradiso dopo il Milan

Non solo gli ultras e gli habitué dell’Olimpico, la contestazione sta diventando di massa come in passato. C’è stanchezza, frustrazione, delusione, disillusione, voglia di evoluzione. Il popolo laziale, in parte silente, in maggioranza ribollente, ha dovuto subire l’ultima dannazione: disertare lo stadio in una notte che poteva avvicinare la Lazio all’Europa. Dentro la protesta della Curva Nord c’è il caro biglietti, ci sono anche il senso di smarrimento nelle nuove generazioni cittadine e un presentire l’avvicinarsi di un futuro ignoto, tutte paure tornate ad essere d’attualità nel mondo biancoceleste. Al presidente della Lazio si chiedono iniziative che ripopolino l’Olimpico, che rinsaldino le origini del popolo laziale in città e un cambio di gestione societaria, innanzitutto sul mercato, per ridare ambizione al club.   

Lotito, la strategia

Lotito e i tifosi (nella loro maggioranza) continuano ad essere due mondi distinti e separati, forse davvero inconciliabili. Il presidente è il solito amante dell’uno contro tutti, in questi momenti più che cercare la pace rispolvera le sue abituali guerre. Adesso è chiamato a nuove decisioni in vista della prossima gara di campionato, Lazio-Sampdoria del 7 maggio (20,45). Cosa farà Lotito? Promuoverà nuove iniziative fissando nuovi prezzi al ribasso o premierà solo i quindicimila laziali presenti e silenti di domenica contro il Milan? Si sono contati 26.500 spettatori, oltre diecimila erano rossoneri. Lotito deve provare a recuperare i diecimila laziali persi, in fuga senza fine. Da lui.

Romagnoli aspetta una nuova offerta dalla Lazio

Guarda il video

Romagnoli aspetta una nuova offerta dalla Lazio

Maglia SS Lazio: scopri l’offerta

Precedente Tacconi, il bollettino dall'ospedale di Alessandria: "Situazione stazionaria" Successivo Serie C, Potenza: Caiata conferma: "Lascio la guida del club"

Lascia un commento