Todibo è l'uomo che serve alla Juve? Ecco quali sono le sue caratteristiche

Secondo voi Jean-Clair Todibo è il difensore che serve alla Juventus? A un certo punto della sua carriera, quando era uno dei giovani più promettenti d’Europa lo avevano chiamato il nuovo Varane, ma forse era meglio andarci piano. Detto ciò, Todibo, a 25 anni, è un difensore solido e affidabile, reduce da un’ottima stagione nel Nizza, la squadra da dove la Juventus sta prelevando Khephren Thuram. Todibo è un gigante: 190 centimetri, che lo rendono molto efficace le gioco aereo (difficile anticiparlo di testa sui calci da fermo), ma anche piedi raffinati, al punto che in passato è stato anche usato come mediano davanti alla difesa, per impostare il gioco. È forse questa la caratteristica che ha colpito Thiago Motta, sempre alla ricerca di giocatori che sappiano gestire e passare molto bene la palla. Todibo ha un’alta percentuale di passaggi riusciti e riesce, spesso, a impostare lui l’azione.

Todibo, la carriera

È nato a Cayenne nella Guyana Francese, dove ha iniziato a praticare il judo, la sua prima grande passione. Ma all’età di 9 anni, un incidente in auto spezza in più punti la gamba sinistra. Tutti credono non abbia un futuro da sportivo, ma lui non molla e con il micidiale carattere di cui è dotato, torna ad avere la gamba in perfetta efficienza, inizia a giocare a calcio e viene notato da Tolosa. Nel Tolosa continua a mettersi in mostra e arriva il Barcellona che lo acquista nel gennaio del 2019, a sei mesi dalla scadenza di contratto e pagando un milione al Tolosa per evitare aste a fine stagione. Il Barça ci crede, gli fa un contratto quinquennale e mette una clausola da 150 milioni su di lui. Todino, però, fatica a trovare spazio e inizia un giro di prestiti Schalke 04, Benfica e infine Nizza, che lo riscatta per 12 milioni nel 2021. E qui Todibo rinasce e, senza diventare il nuovo Varane, diventa comunque un difensore tecnico e affidabile. Voi lo prendereste per completare la difesa della Juventus?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Luperto al Cagliari, è ufficiale: l'annuncio social è curioso Successivo Tour de France 2024, Evenepoel attacca Vingegaard: "Non ha avuto le palle"/ Pogacar: "Ha paura di me"

Lascia un commento