Tocca ai paperoni. City e Psg, lotta di calcio e di potere

Grandi investimenti e ingaggi faraonici, ma adesso Guardiola e Pochettino devono vincere il trofeo che conta

Stefano Boldrini e Alessandro Grandesso

15 settembre – Milano

Anche i ricchi piangono, ma rispetto ai poveri hanno un buon modo per consolarsi: il denaro. C’è infatti qualcosa che lega le squadre sconfitte nelle due ultime finali di Champions, il PSG superato 1-0 a Lisbona il 23 agosto 2020 dal Bayern Monaco e il Manchester City sconfitto con lo stesso punteggio dal Chelsea il 29 maggio 2021: l’Europa è la loro ossessione, il sogno dichiarato, ma nonostante le spese pazze sostenute da diverse stagioni, resta, per ora, una chimera.

Precedente Champions, le previsioni: City in pole, no a Ronaldo e Messi. Le italiane... Successivo Il Diavolo al ballo dei debuttanti: da Theo a Kessie, quante prime volte

Lascia un commento