Tiago Pinto dice tutto: l’esonero di Mourinho e la richiesta di De Rossi

Prime anticipazioni dell’intervista rilasciata da Tiago Pinto, ex responsabile dell’area tecnica dell’AS Roma, ai microfoni di Sky Sport. Nel corso della chiacchierata con Gianluca Di Marzio, che andrà in onda su Sky a partire dalle ore 20.30, il dirigente portoghese è tornato a parlare del suo percorso in giallorosso, caratterizzato dall’esonero di José Mourinho e dall’ingaggio di Daniele De Rossi, che sta stupendo tifosi e addetti ai lavori.

Tiago Pinto a Sky: “Mourinho e quel giorno difficile. De Rossi? Sta facendo bene”

Ai microfoni di Sky Sport, Tiago Pinto ha dimostrato di non aver dimenticato i momenti che hanno preceduto l’esonero di José Mourinho, allenatore che ha radicalmente cambiato la mentalità dello spogliatoio della Roma: “È stato un giorno molto difficile per tutti. Io sono ancora giovane, non so se i direttori sportivi più anziani gestiscono in modo diverso. Io nel momento in cui si deve licenziare un allenatore sono morto, perché significa che anche io ho sbagliato qualcosa, prima di mettere fine ad un rapporto di due anni e mezzo”, ha detto Pinto.

Al posto dello Special One, un simbolo come Daniele De Rossi, alla prima importante esperienza da allenatore. L’ex centrocampista della nazionale italiana sta sorprendendo per risultati, gestione e comunicazione, a tal punto da pensare ad una possibile riconferma sulla panchina del suo cuore: “Ovviamente Daniele sta facendo molto bene, – ha confermato Tiago Pinto – è una persona spettacolare. Mi ha sorpreso la consapevolezza che lui ha di quanto costa essere allenatore. Se mi ha chiesto di restare? Sì, noi abbiamo sempre avuto un buon rapporto, anche prima del suo arrivo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Fiorentina, Commisso: “Barone, un addio doloroso”. E poi disegna il nuovo organigramma Successivo Buchanan: "Giocare nell'Inter è speciale, ho imparato tantissimo da mister Inzaghi"

Lascia un commento