Terzic, Borussia Dortmund-Psg: “La Champions è un loro obiettivo da dieci anni”

Edin Terzic, allenatore del Borussia Dortmund, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della semifinale d’andata di Champions League contro il Psg. Il club tedesco è tornato tra le prime quattro d’Europa dopo aver eliminato un po’ a sorpresa l’Atletico Madrid nei quarti. Adesso i gialloneri sognano in grande, con l’obiettivo di tornare in finale per la prima volta dal 2013. 

Terzic: “Il Psg vuole la Champions da 10 anni”

L’allenatore tedesco si è espresso sulla forza del Psg. Le due squadre si sono infatti già affrontate nella fase a gironi, con la vittoria dei francesi per 2-0 nella gara d’andata e l’1-1 maturato al ritorno in Germania: “Quella sconfitta in casa loro ci ha lasciato l’amaro in bocca, avevamo creato troppe poche occasioni da gol. Il ritorno è già stato invece una partita completamente diversa. Ora siamo pronti ad affrontare nuovamente questo ostacolo. Loro hanno un allenatore dalle qualità eccezionali come Luis Enrique e il loro progetto gli impone di vincere la Champions League da quasi dieci anni. Attualmente sono al picco della loro forma, quindi sarà una sfida difficile. La cosa buona di questo tipo di partite è che però si possono vincere”.

Terzic ha parlato quindi dell’obiettivo per la gara di domani da giocare in casa: “Vogliamo chiaramente guadagnare un piccolo vantaggio per il ritorno. Per coronare il nostro sogno di tornare in finale dobbiamo ricordarci però che è una partita da 180 minuti”.

Borussia Dortmund, il punto di Terzic sugli infortunati

Terzic ha infine fatto il punto sulla situazione degli infortunati, con tanti calciatori in bilico per la partita: Malen e Haller sono tornati ad allenarsi in gruppo e ci aspettiamo di averli a disposizione domani. Lo stesso vale anche per Sabitzer, Emre Can e Maatsen che hanno recuperato dai loro problemi fisici. Sono contento soprattutto per Sabitzer perché è un giocatore fondamentale per noi. Bansebaini e Duranville invece non ci saranno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Il Milan pensa al dopo Pioli: c'è l'idea Martinez Successivo Osimhen, Kvara e il nuovo attaccante titolare: ecco come si muoverà il Napoli sul mercato

Lascia un commento