Terni, cieco finto invalido faceva il guardalinee

Calcio
Fa il guardalinee ma per l'Inps è cieco: finto invalido smascherato
© LaPresse

L’uomo è finito ai domiciliari con l’accusa di truffa aggravata continuata ai danni dello Stato: secondo i carabinieri, ha intascato illecitamente 130 mila euro di pensione in nove anni

ROMA – Un 58enne originario di Padova ma residente a Terni risultava per l’Inps cieco al cento per cento, intascando così la pensione di invalidità civile, ma nel fine settimana faceva il guardalinee nelle gare di calcio dilettantistico. Lo hanno confermato i carabinieri di Terni, spiegando che l’uomo «è stato visto segnalare correttamente la fuoriuscita del pallone dalla linea laterale del campo alzando la bandierina e seguire l’azione dei calciatori muovendosi lungo la linea laterale del campo ed alla fine dei tempi regolamentari, invertiva la sua posizione in campo spostandosi nella parte longitudinale opposta a quella precedentemente tenuta, il tutto senza l’ausilio di accompagnatori o strumenti tecnici».

Inoltre, l’uomo non disdegnava di fare la spesa e di leggere documenti. Tutte attività che i carabinieri hanno ritenuto «palesemente proprie di una persona pienamente vedente e non afflitta, come risultava dalle sue certificazioni, da un deficit visivo del cento per cento». Per questo è stato messo agli arresti domiciliari in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Simona Tordelli su richiesta del pm Marco Stramaglia. Il reato contestato è quello di truffa aggravata continuata in concorso ai danni dello Stato. Secondo quanto accertato nell’operazione denominata “A prima vista”, l’uomo dal febbraio 2008 a oggi, fingendo di essere cieco assoluto, avrebbe ottenuto in totale, e illecitamente, ben 130 mila euro di pensione di invalidita’. (in collaborazione con Italpress)

Precedente Fiorentina, Della Valle vende? «Mi faccio da parte» Successivo Juventus, Agnelli in Figc: inizia il processo