Ten Hag, i sogni e il controllo su tutto: chi è l’uomo che deve rifare il Manchester United

Maniaco dei dettagli, forgiatore di talenti, tatticamente spregiudicato, esigente, divertente: con il tecnico olandese Old Trafford vuole tornare il teatro dei sogni

Erik ten Hag lo fotografi con i dettagli. Così fissato con il rigore e l’equilibrio, che tutto deve essere perfetto. Persino le bottigliette d’acqua nello spogliatoio o l’erba del campo, fili d’erba mai più alti di un tot di millimetri gli uni dagli altri. Storia di 10 anni fa: estate 2012, Erik firma con i Go Ahead Eagles e i giocatori lo cercano su Google. “Chi è? Da dove viene?”. In realtà dal Psv, tre anni da vice prima di partire dalla B olandese con una squadra modesta. Dopo qualche allenamento nota qualcosa che non va e corre dalla dirigenza. “Dobbiamo prendere uno che si occupi della gestione dell’erba. Solo dell’erba”. E così è stato.

Precedente Carnevali sul futuro di Raspadori: "Juve? Il rapporto è ottimo" Successivo L'annuncio del padre di Vavassori: "Ivan è in ospedale: è ferito ma vivo"

Lascia un commento